Alexa Unica Radio

“Mousie” di Bartlett miglior film del “Puntodivista FilmFestival”

Il britannico David Bartlett, con il suo corto “Mousie”, ha vinto il premio per il miglior film al PuntodivistaFilmFestival.

Ieri sera, alla presenza di buona parte degli autori (alcuni di loro sono rimasti bloccati nei rispettivi Paesi a causa delle restrizioni Covid), sono state premiate le opere vincitrici del concorso internazionale di cinematografia organizzato dall’associazione culturale Art’In di Cagliari. Sono state scelte dalla giuria composta da registi, sceneggiatori, direttori della fotografia e giornalisti.

Il premio per la miglior regia è del filmfestival andato allo spagnolo Sergio Martì, con “La Banjera”. Miglior soggetto è risultato invece quello di “Feeling Through”, di Doug Roland (USA). Premio per la miglior fotografia a “Dharma Bums”, di Francesco Catarinolo (Italia). Ed è italiano anche il corto premiato per il miglior montaggio: “Lo chiamavano Cargo”, di Marco Signoretti.

Le stesse pellicole, tra le 17 finaliste, hanno riscosso anche i consensi del pubblico, che ha votato in sala sia nel corso delle cinque serate precedenti, sia nel Comune sardo prescelto (quest’anno il compito è spettato a Belvì). I premi sono stati così ripartiti:

Filmfestival: Premio pubblico

Ex aequo a “La Banjera” (regia) e “Lo chiamavano Cargo” (montaggio).

Premio Pubblico Giovani

Ex aequo a “Dharma Bums” (fotografia) e “Feeling Through” (soggetto).

Premio Pubblico Belvì

Ex aequo a “Mousie” (miglior film) e “Lo chiamavano Cargo” (montaggio).

Il presidente Romano Usai

«Anche quest’anno abbiamo registrato un’elevata qualità delle opere in concorso, giunte da tutto il mondo. Nonostante i problemi causati dalla pandemia, per fortuna non è venuta a mancare la creatività di registi, sceneggiatori, fotografi e montatori.

In molti casi abbiamo assistito a eccellenti performance di attori, a volte conosciuti, altre volte alla loro prima esibizione. Il cinema, insomma, mostra la sua vitalità e la capacità di rinnovarsi. La speranza è che, al più presto, vengano adottate efficaci misure che consentano a questo settore di riprendere a camminare. Per quanto ci riguarda, il solo fatto di aver avuto nuovamente il pubblico in sala, pur con tutte le restrizioni del caso, è già un piccolo successo che ci aiuta a uscire da un incubo».

La serata di ieri, al Teatro Adriano di Cagliari, ha proposto anche un interessante dialogo con la montatrice Anna Napoli (alla quale è stato assegnato un simbolico premio alla carriera), a cura del giornalista Sergio Naitza.

Altra proposta “incursioni corsare” delle cantanti e attrici Rossella Faa e Manuela Loddo, con il sottofondo musicale di Fabio Piazzalunga.

About Valentina Tradori

part time studentessa di beni culturali e spettacolo | full time theatre nerd e contemplatrice di film belli

Controlla anche

Cagliari sport

Cagliari, 1mln di euro per tornare allo sport dopo il Covid

Get Widget Voucher di oltre 700 euro per attività in spazi all’aria aperta. Ritorno allo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.