Alexa Unica Radio
terre di confine

XIV del festival “terre di confine”: ripartenza a Solarussa

Il direttore artistico Paolo Zucca presenta la proiezione di due opere cardine del festival: le due registe sono Cireddu e Perria.

Solarussa, piccolo comune nei pressi di Oristano, ospita dal 18 dicembre la XIV edizione del tanto atteso festival “terre di confine”. A darne il via, due film che rendono omaggio alla Sardegna: il mediometraggio “Cercando Grazia, diretto da Maria Grazia Perria in onore della grandissima Grazia Deledda; “L’uomo del mercato“, cortometraggio ambientato a Cagliari, che ha come protagonista «un personaggio sta ai margini della società e che riesce a tenere sulle spalle una grande dignità».

“Cercando Grazia”

Maria Grazia Perria ha deciso di dedicare il mediometraggio presentato al festival, alla scrittrice sarda, di fama mondiale, Grazia Deledda. In occasione dei 150 anni dalla nascita della scrittrice, sono state scelte undici attrici per raccontarne la storia. Tutte sono emigrate fuori dalla Sardegna con la speranza di realizzare il proprio sogno, esattamente come fece la Deledda a suo tempo.

“L’uomo del mercato”

Il cortometraggio della Cireddu ha forti elementi in comune col film di Maria Grazia Perria. L’obiettivo principale del festival è mettere in risalto i temi sardi che spesso si trovano all’estremità, di un cinema considerato secondario. Come risultato abbiamo la storia raccontata dal punto di vista di un uomo che, pur rifiutato, porta con sé una grande dignità.

Su Disterru

Organizzare un festival in tempo di pandemia non è semplice, come hanno spiegato Paolo Zucca e il sindaco di Solarussa Mario Tendas. Il Paese ospite del festival è una delle garanzie per un confronto tra le diverse culture. A causa dei diversi disagi legati al COVID-19 ci potrebbero essere limitazioni nell’arrivo in Sardegna di registi internazionali. L’associazione Su Disterru, con al vertice Sandro Sarai, continua a fare il necessario per portare avanti il gemellaggio con il Festival di Ravno Selo. Zucca afferma « il “terre di confine” va avanti con la nostra volontà di portare il cinema dove spesso non arriva, con determinazione, allegria e grande convivialità».

 

 

About Valentina Tradori

part time studentessa di beni culturali e spettacolo | full time theatre nerd e contemplatrice di film belli

Controlla anche

Acli

Tematiche di genere: online con le Acli provinciali di Oristano

Get Widget Dal 17 maggio il direttivo provinciale organizza e promuove quattro appuntamenti sul web …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.