Alexa Unica Radio
Mauro Palmas Francesco Medda foto Manuel Putzolu

Antas Apertas: a San Sperate Mauro Palmas e Francesco Medda

Martedì 21 e mercoledì 22 dicembre Mauro Palmas e Francesco Medda Arrogallo presentano il disco “Meigama”.



Martedì 21 e mercoledì 22 dicembre, presso Spazio Antas (via Arbarei 10, San Sperate), Mauro Palmas e Francesco Medda Arrogalla presentano il disco “Meigama”.

Titoli di coda a San Sperate di Antas Apertas, la rassegna di Antas Teatro ospitata nello spazio della compagnia in via Arbarei.

Martedì 21 e mercoledì 22 dicembre, alle 20, Mauro Palmas e Francesco Medda, alias Arrogalla, presentano il loro primo album in duo, Meigama.


Sul palcoscenico dello Spazio Antas Mauro Palmas al liuto cantabile e alla mandola e Francesco Medda Arrogalla al computer.

Meigama in sardo definisce una dimensione temporale, uno stato d’animo, i colori del pomeridiano in una determinata parte dell’anno. È un disco politico, strumentale, dove ogni elemento presente è analizzato con cura.

Mauro Palmas suona e compone con liuto cantabile, mandola e mandoloncello, elementi che spaziano dalla tradizione sarda e mediterranea alla contemporaneità, selezionando con cura piccoli elementi e nodas.

Questi materiali vengono organizzati in modo elegante ed essenziale all’interno delle produzioni di Francesco Medda, tra elettroacustica, paesaggi sonori e ambient, arricchendosi di tanto in tanto di elementi provenienti dall’hip hop astratto e dal dub.

Il disco ha otto tracce, dura 35 minuti e la sua copertina è in bucchero nero, una delle tecniche ceramiche più antiche, realizzata dall’artista Giampaolo Mameli.

La produzione del disco:


La produzione di Meigama è stata affidata a Meigama, team di produzione e management diretto da Luca Zoccheddu. Meigama ha coordinato tutti gli aspetti della produzione del disco, che per una curiosa coincidenza ha lo stesso nome di chi lo produce.

La grafica è stata affidata a Rinaldo Crespi che, unitamente a Luca Spano, riprende gli elementi grafici dalle opere dell’artista Giampaolo Mameli il quale ha realizzato la copertina in bucchero nero. La registrazione, il missaggio e il mastering sono stati affidati a Corrado Tolu.

Il disco ha ricevuto un supporto fondamentale da associazioni, festival e istituzioni culturali come Antas Teatro; Chourmo/Marina Cafè Noir; European Jazz Expo’; Fondazione Giuseppe Dessì; Le Ragazze Terribili; Mare e Miniere; Museo Nivola.


About Roberto Serra

Studente di archeologia con la passione per il cinema

Controlla anche

Anna Tifu

Intervista a Anna Tifu: “Che emozione suonare a Cagliari!”

Get Widget Ai microfoni di Unica Radio ospitiamo la violinista Anna Tifu per raccontare il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.