Alexa Unica Radio
dante g9ffad3cd9 1920
dante g9ffad3cd9 1920

To be in jazz, al teatro Verdi “L’inferno”


Dopo la pausa forzata dello scorso anno, ritorna al Teatro Verdi dal 5 al 19 dicembre “(to) be in Jazz – I Concerti Aperitivo”, appuntamento tra i più attesi del periodo natalizio, giunto quest‘anno alla ventesima edizione.
Sul palco dello storico teatro cittadino saranno tre gli appuntamenti domenicali (5 – 12 e 19 dicembre), con doppi concerti alle ore 11.00 ed alle ore 18.00.

l teatro Verdi ospiterà la rassegna “(to) be in Jazz – I Concerti Aperitivo” uno degli appuntamenti più attesi della stagione, giunto alla sua ventesima edizione si svolgerà in tre appuntamenti domenicali


“Fin dalla sua nascita – dice Gavino Mele- nel 2001 “(to) be in Jazz” ha ospitato illustri artisti. Tra i quali Stefano Bollani, Fabrizio Bosso, Maria Pia De Vito, Paolo Fresu, Giorgio Gaslini, Rita Marcotulli, David Linx, Colin Towns, Antonello Salis e tanti altri. Continuiamo con questa tradizione confermando il nostro appuntamento con il pubblico. A causa del perdurare dell’emergenza pandemica in questa edizione non potremo offrire le consuete degustazioni enogastronomiche”.

Domenica 5 dicembre


Domenica 5 dicembre alle 11.00 e in replica alle 18.00 la manifestazione si apre con un progetto artistico legato Dante Alighieri. “L’Inferno” è il nome del progetto scritto da Mario Raja, che dirigerà l’Orchestra Jazz della Sardegna. Il lungometraggio, che sarà proiettato integralmente durante l’esecuzione, è un autentico capolavoro; tecnicamente avveniristico, visivamente ispirato alle arcinote illustrazioni della Divina Commedia ad opera di Gustave Doré.
Questa rappresentazione dei personaggi più incisivi incontrati da Dante, con la guida di Virgilio, nell’Inferno, viene musicata dalle composizioni originali di Raja.

Prossimi appuntamenti


Domenica 12 dicembre, sempre con doppio appuntamento alle 11.00 ed alle 18.00, l’Orchestra Jazz della Sardegna presenterà ‘Verdi & Puccini in Jazz’ con la direzione di Pino Jodice. Il progetto è ideato dalla cantante Cinzia Tedesco, talento della vocalità jazz internazionale, e nasce come omaggio all’Opera.
La rassegna “(to) be in Jazz” si concluderà con il doppio appuntamento domenica 15 dicembre , con la presentazione del progetto “Di cosa vive l’Uomo? – La Musica di Kurt Weill“. Come accade per buona parte della produzione musicale di Weill, anche questo concerto è inscindibile dall’elemento teatrale.
La voce di Servillo non sarà l’unica; in un dialogo di armonie non solo vocali, il musicista partenopeo interagirà con la cantante Costanza Alegiani. Gli arrangiamenti di Luigi Giannatempo sono stati scritti appositamente per l’organico dell’Orchestra Jazz della Sardegna, che sarà diretta per l’occasione da Marco Tiso.

I titoli di ingresso agli spettacoli saranno disponibili in prevendita presso il Teatro Verdi di Sassari via Politeama dal Lunedi al Venerdì dalle 17.00 alle 20.00, oppure online su abno.
Il costo del biglietto per il singolo concerto è di € 12,00, l’abbonamento ai tre concerti costa € 30,00.

About Daniele Mereu

Studente magistrale in Relazioni Internazionali (Studi Euro-Mediterranei) presso l'Università di Cagliari. Laureato in Scienze Politiche e diplomato in Relazioni Internazionali per il Marketing.

Controlla anche

Teatro Verdi Sassari

Al Verdi di Sassari prosegue “I grandi interpreti della musica”

“I grandi interpreti della musica” porta allo storico teatro nomi di fama internazionale    Al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *