Alexa Unica Radio

Chiusura palazzo storico dell’Ateneo per restauro

Il palazzo storico non sarà accessibile per restauro

Il rettore dell’Università degli Studi di Sassari  e la donna della Soprintendenza per le belle arti e il paesaggio hanno firmato mercoledì mattina un Protocollo di Intesa per la supervisione congiunta degli interventi di restauro dell’edificio dell’Ateneo nella Piazza Università.

La storia del palazzo

Grazie al cospicuo donativo del Vescovo di Oristano nel 1611 si iniziò a costruire il primo corpo del nuovo Collegio Gesuitico. Esso si strutturava intorno al cortile centrale su cui gravitavano le aule di studio.

Nel 1625 ripresero i lavori a cui aggiunsero le abitazioni dei religiosi e la chiesa di San Giuseppe, ultimata nel 1651.

Il corpo della fabbrica subì diverse trasformazioni con la demolizione della chiesa.

Nel 1927 modificarono il prospetto ed il porticato interno. La fronte posteriore sui giardini pubblici si mostra imponente e compatta: possiede ampi finestroni rettangolari contornati da cornici e contrafforti collegati tra loro da arcate.

Dal 1782 una parte dei locali del complesso è destinata alla regia fabbrica dei tabacchi.

Attualmente è di proprietà dell’Università. In questa ala del complesso sono incorporate parti della cinta muraria medievale della quale si vede la parte posteriore della cosiddetta Torre Tonda. Sotto i porticati del cortile e nei corridoi sono esposte le iscrizioni ed i busti che ricordano gli importanti personaggi che hanno reso illustre con la loro opera di studio e le loro azioni il prestigioso istituto universitario. Recentemente la ricchissima biblioteca universitaria, che custodisce oltre un milione tra volumi e manoscritti, si trova nel palazzo storico dell’ex Ospedale Civile Santissima Annunziata in piazza Fiume. Gli spazi della vecchia biblioteca sono utilizzati come spazi espositivi.

Il progetto

Il protocollo si inserisce in un consolidato rapporto di collaborazione che ha già dato i suoi frutti in occasione di altri interventi di restauro degli edifici universitari. L’obiettivo comune è la valorizzazione congiunta del complesso di edifici di piazza Università, mediante una collaborazione tecnico-scientifica tra personale di elevata qualificazione e profilo professionale.

L’Università svolgerà la funzione di stazione appaltante per il finanziamento di 11.945.000,00 euro assegnatole dalla Regione Sardegna derivanti dalla delibera CIPE n. 78/2011, per la realizzazione del procedimento “Ristrutturazione Palazzi Amministrazione Centrale Complesso Piazza Università”.

La Soprintendenza per le belle arti e il paesaggio per le province di Sassari e Nuoro eserciterà la supervisione tecnico-scientifica nell’ambito dei suoi compiti istituzionali.

Metterà a disposizione personale altamente qualificato per la costituzione di un ufficio di Direzione Lavori che segua  il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione.

About Elena Marongiu

Diplomata presso l'Istituto Tecnico Commerciale E. Mattei di Decimomannu (SU) con titolo di Ragioniere Perito Commerciale Programmatore il 6 luglio 2015. Laureata in Lingue e Comunicazione il 14 novembre 2018 presso l'Università degli Studi di Cagliari. Appassionata di autobiografie scritte e visive e libri che trattano i temi della società contemporanea e moderna

Controlla anche

Eliana Liotta

A Sassari il festival all’ecosostenibilità

Approda a Sassari il festival Mondo Eco Stasera 22 novembre a Sassari al Circolo Culturale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *