Alexa Unica Radio

“Fattu, cottu e calandeddu”: il programma dell’evento enogastronomico

“Fattu, cottu e calandeddu”: la tre giorni all’Istituto Tecnico Agrario di Elmas, dedicata alla produzione alimentare e vinicola del territorio.

Fattu, cottu e calandeddu: un weekend tra le sale dell’Istituto Tecnico Agrario di Elmas per conoscere e tutelare alcuni prodotti rappresentativi dell’enogastronomia sarda. Formaggi, olio, miele e vino saranno certamente i grandi protagonisti di queste tre giornate aperte al pubblico; organizzate dall’associazione Villa Muscas e Pluminos, con il contributo inoltre dell’Assessorato al Turismo della regione Sardegna.

Da venerdì 19 a domenica 21 novembre, a partire dalle 9,00, prenderanno il via le visite guidate seguite da degustazioni e concerti di “Fattu, cottu e calandeddu”; questi ultimi dislocati tra portici dell’istituto e l’aula magna.
Accompagnati dai docenti, i visitatori percorreranno le sale dedicate alla produzione casearia; dove assisteranno alla lavorazione di joddu (lo yogurt sardo) e formaggi a pasta filata. Le visite proseguiranno verso la cantina della scuola, dove verrà illustrato il processo di filtrazione e imbottigliamento; mentre sabato e domenica saranno aggiunte le tappe dell’oleificio e mielificio per scoprire i processi produttivi di alcuni degli alimenti più caratteristici dell’isola.

Infine, il pubblico sarà invitato in sala mensa per degustare un bicchiere di vino; alcuni prodotti aziendali scelti e preparati dal casaro, e ascoltare della buona musica; con i bluesmen Vittorio Pitzalis e Williboy Taxi e il Tenore S.Elene di Dorgali.
Prenotazione obbligatoria e ingresso contingentato secondo le norme di sicurezza per la prevenzione da Covid-19.
L’ingresso sarà possibile solo con l’esibizione del greenpass in corso di validità.

About Emanuele Loddo

Nato a Carbonia, proveniente da Portoscuso (Sud Sardegna), studente di Beni Culturali e Spettacolo all'Università di Cagliari.

Controlla anche

Aumento energia, preoccupazione Confartigianato Sud Sardegna

Mereu e Spada manifestano la preoccupazione per i posti a rischio Le imprese e la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *