Alexa Unica Radio
Spazio e Movimento a Cagliari

Stefania Lai in mostra allo Spazio e Movimento

Dal 13 novembre al 4 dicembre lo Spazio e Movimento di Cagliari ospita “Case per gli occhi”, mostra personale di Stefania Lai a cura di Ivana Salis. L’esposizione offre una selezione di opere che affianca creazioni inedite e invenzioni della più recente produzione dell’artista.

Sarà presente anche una particolare installazione intermediale che coinvolge attivamente il pubblico, in una sorta di connubio tra arte performativa e arte partecipativa. Gli oggetti che abitano o hanno abitato le nostre case. Oggetti ordinari, spesso abbandonati e indifferenti ai nostri occhi. Un concentrato di vissuto e memorie, che nelle mani di Stefania Lai, si trasformano in singolari presenze. Queste sono dotate di una propria vitale e libera essenza che evoca l’incessante mutare della natura di cui noi siamo parte.

Nell’universo visionario dell’artista i libri occupano un posto di rilievo. Libri ingialliti dal tempo, vecchi libri di famiglia salvati dal destino dei rifiuti. Questi si popolano di figure femminili e parti del corpo sospese tra figure geometriche e forme organiche.

Dalle pagine dei libri emergono così dei brevi componimenti poetici che nascono dalla Blackout Poetry, tecnica che l’artista utilizza anche nella sua attività di arteterapeuta. Utilizzata già da futuristi, surrealisti e dadaisti, in particolare da Tristan Tzara; dallo scrittore beat William S. Burroughs e dall’artista concettuale Emilio Isgrò.

La Blackout Poetry o found poetry è un metodo che serve a svelare la poesia nascosta in un dato testo, una poesia che varia al variare dello sguardo che scorre lungo il testo, della persona che sceglierà parole e frasi con le quali creare un nuovo componimento, in una sorta di collage letterario.

L’artista e le sue opere

“Nelle opere di Stefania Lai – sottolinea la curatrice della mostra Ivana Salis – si ritrova il senso panico della natura, dove ogni creatura si ricongiunge con l’ambiente circostante, con l’esistenza tutta, con il bene e con male. La profondità dei suoi gesti, impregnati di memoria, lega fisicamente la poesia alla grafia della parola, sino a farne immagine incarnata sulla pagina. Sensuale profilo del femminino, divina nella sua forma albero, forma casa, forma oggetto. La simbiosi assoluta della donna con lo spazio circostante. Per lei ogni luogo è casa, perché tutto è connesso in un circolo positivo di energie che fluiscono e rifluiscono.”

L’inaugurazione si terrà sabato 13 novembre alle 18.30, alla presenza dell’artista, della curatrice Ivana Salis e di Marilena Pitturru, fondatrice e direttrice artistica dello Spazio e Movimento.

Per poter accedere alla mostra sarà obbligatorio indossare la mascherina per tutta la durata della visita e esibire la certificazione verde Covid-19 (Green Pass), in ottemperanza alle disposizioni governative previste per tutti i luoghi di cultura italiani. Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica.

Spazio e Movimento via Napoli 80 Cagliari | 13 novembre – 4 dicembre 2021 Inaugurazione sabato 13 marzo h 18.30 Giorni e orari di apertura: giovedì ore 19.00-20.30, venerdì e sabato ore 18.30-20.30, domenica su appuntamento.

About Alessio Zanata

Leggo libri. Ascolto la radio.

Controlla anche

La conoscenza nell’era digitale a Cagliari

(Ri)pensare la conoscenza nell’era digitale L’incontro sulla conoscenza nell’era digitale si terrà venerdì 3 e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *