Alexa Unica Radio
one day hackathon
startup g7d625ba36 1920

Giovani, territorio e futuro. A novembre arriva in Sardegna “il treno” dei One Day Hackathon

Con i One Day Hackathon i giovani possono presentare progetti di comunità e idee di sviluppo sostenibile per migliorare il territorio in cui vivono.


La Sardegna si “accende” di innovazione sociale e protagonismo giovanile. Il 15 novembre farà tappa il “treno” dei One Day Hackathon, eventi online che danno voce e spazio ai giovani che hanno a cuore lo sviluppo sostenibile dei territori. Come? Presentando un’idea o un progetto di Prossimità che guarda ai bisogni in maniera nuova, che mette in moto tutta la capacità di dare risposte che fanno bene ai territori, perché li rendono generativi, inclusivi.

I One Day Hackathon sono realizzati all’interno del progetto Welfare di Prossimità, promosso da Fondazione Ebbene, Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico e Fondazione San Gennaro e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il progetto ha l’obiettivo di creare in tutta Italia una Rete di Hub di Prossimità, ovvero luoghi aperti che si prendono cura delle fragilità del territorio e danno voce e spazio alle esperienze d’impatto sociale realizzate dai giovani.

Sono proprio le nuove generazioni a vivacizzare gli Hub, costruendo progetti che fanno bene ai territori. Ai One Day Hackathon i giovani possono presentare le loro idee su alcuni dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu: sconfiggere la povertà, istruzione di qualità, parità di genere, ridurre le disuguaglianze, città e comunità sostenibili, consumo e produzione responsabili.

Verso l’International Proximity Project

Un’edicola di comunità per rigenerare spazi e promuovere la lettura condivisa, un emporio solidale per contrastare la povertà, una sartoria sociale gestita da donne straniere o che provengono da contesti di disagio sociale, potrebbero essere alcuni esempi di idee da poter proporre a un team di esperti che ne selezionerà alcune che passeranno alla fase successiva, l’International Proximity Project.

I vincitori riceveranno un contributo economico e progettuale per realizzare i progetti presentati, e grazie alle sinergie con organizzazioni del territorio, nasceranno nuovi Hub di Prossimità.

C’è ancora tempo per partecipare. Per salire a bordo dei One Day Hackathon basta essere un giovane tra i 17 e 35 e avere in testa un’idea di sviluppo sostenibile.

Ecco come fare:

1. Registrarsi sul sito di Next – Nuova Economia per tutti www.nexteconomia.org/registrati/?role=innovatore
Alla voce “come sei venuto in contatto con la Community” seleziona “Progetto Welfare di Prossimità”

2. Indicare se hai già un gruppo di lavoro
3. Descrivere in maniera sintetica la tua idea (voce hai un’idea da proporci?)

Sperimentare il Next Canvas, lo strumento di progettazione che utilizzerai prima, durante e dopo l’Hackathon.
Per mettersi in contatto con il team del progetto Welfare di Prossimità scrivi a [email protected]

Leggi anche:

Ferragosto: indagine Coldiretti 1 italiano su 2 in viaggio

Didattica digitale integrata, online nuovo video sulla “scuola di prossimità”

Scuola di prossimità, al via un percorso formativo

About Nicola Palmas

Imprenditore digitale e manager culturale. Founder & CEO della startup Billalo, direttore artistico di Sardegna Concerti. Appassionato di musica, innovazione e marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *