Alexa Unica Radio
money gb1782b8f6 1920
money gb1782b8f6 1920

Un progetto per il centro Sardegna, ecco MOCORE


Prende il via “MOCORE”, Un progetto per MObilitare COllegare e REsponsabilizzare i giovani del Centro Sardegna Mercoledì 20 ottobre 2021, alle ore 17:30, in diretta streaming sulla pagina Facebook dell’Associazione Malik verrà presentato ufficialmente il progetto MOCORE.

Un progetto nato con l’intento di responsabilizzare i giovani dell’entro terra, il progetto “MOCORE” punta a sviluppare l’empowerment delle aree rurali

Ideato dal Comune di Oniferi in collaborazione con Malik ETS, l’ambizioso progetto nasce per favorire l’empowerment dei giovani nelle aree rurali del Centro Sardegna. Sulla base della “Strategia europea per la gioventù” 2019-2027, il progetto nasce per di rendere i giovani del territorio cittadini consapevoli.

“Con orgoglio sottolineiamo che, su 494 comuni partecipanti, i progetti ammessi sono stati solo 35 in tutta Italia, di cui 4 in Sardegna, tra cui MOCORE”. Un progetto che si concentra principalmente su due delle sfide individuate dal bando. Inclusione e partecipazione e Formazione e cultura. Il progetto è stato presentato dal Comune di Oniferi in qualità di capofila.

Come è articolato MOCORE?

Ma come è articolato MOCORE? Attraverso il coinvolgimento diretto della popolazione nella fascia di età dai 16 ai 35 anni dei territori coinvolti. si intendono costruire risposte alle principali sfide sociali che il contesto attuale propone, anche alla luce della pandemia da Covid-19. Le principali azioni di animazione territoriale, individuate dall’Associazione Malik come fondamentali per il raggiungimento dell’obiettivo sono:

  1. Laboratori itineranti di progettazione partecipata e capacity building. Laboratori finalizzati alla formulazione di idee progettuali da presentare all’Agenzia Nazionale per i giovani nell’ambito dei programmi Erasmus e Corpo Europeo di Solidarietà. In particolare i progetti di Solidarietà, mirano a sostenere lo sviluppo, nonché l’attuazione di iniziative congiunte, la promozione dell’apprendimento tra pari e gli scambi di esperienze a livello locale per far fronte alle sfide sociali attuali e future delle quali i giovani sono protagonisti;

2. Creazione di un network delle organizzazioni giovanili e dei gruppi informali presenti sul territorio e incontri periodici di confronto. Incontri da svolgersi su tutta l’area interessata dal progetto, finalizzati alla costituzione della prima “Consulta delle associazioni giovanili del Centro Sardegna”;

3. Incontri con rappresentanti delle istituzioni e simulazioni del Consiglio comunale al fine di avvicinare i giovani alle istituzioni;

4. Creazione di una Web TV e di un blog che racconteranno l’evoluzione del progetto e daranno voce ai giovani protagonisti del territorio. I media ufficiali del progetto, permetteranno ai partecipanti di mettersi in gioco;

Le singole azioni saranno itineranti e si svolgeranno nelle date e nelle location concordate con gli enti aderenti.

About Daniele Mereu

Studente magistrale in Relazioni Internazionali (Studi Euro-Mediterranei) presso l'Università di Cagliari. Laureato in Scienze Politiche e diplomato in Relazioni Internazionali per il Marketing.

Controlla anche

Aumento energia, preoccupazione Confartigianato Sud Sardegna

Mereu e Spada manifestano la preoccupazione per i posti a rischio Le imprese e la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *