Alexa Unica Radio
Spettacolo, Cagliari

Domani 16 ottobre la prima nazionale di “Io, Pinocchio”

“Io, Pinocchio”, nuovo spettacolo di Marco Nateri, organizzato da Maya Inc con la direzione artistica di Cristiana Camba

 

Al via la prima nazionale di “Io, Pinocchio“, al Giardino Sotto le Mura di Cagliari. In particolare “Io, Pinocchio”, il nuovo spettacolo di Marco Nateri. Inoltre è organizzato da Maya Inc con la direzione artistica di Cristiana Camba. Lo slogan “Alive And Kicking” a sottolineare la ferma volontà di lottare per restare “vivi e scalpitanti” nonostante le difficoltà.

Una opera intrigante che fonde teatro e danza, fantasia e realtà, liberamente ispirata alle avventure del celebre burattino nato dalla penna di Carlo Collodi. Realtà che si intrecciano ai sogni di un bambino. Le coreografie sono create e danzate da Sara Pischedda con il giovanissimo Riccardo Zoccheddu e la voce fuori campo di Cesare Saliu, mentre i costumi sono di Stefania Dessì. “Io, Pinocchio” rappresenta il diario di una giornata nell’Italia degli Anni Quaranta.

Ambientazione e trama

Il perno della trama sono i giochi d’infanzia e i sogni del piccolo protagonista, che nella sua stanza prova a inventare storie, immaginando giornate di festa e la presenza affettuosa e rassicurante della madre. Sullo sfondo la guerra che incombe, come un’eco, lontana, invece nelle città resiste l’illusione della pace, prima che piogge di bombe cadano dal cielo a stravolgere e distruggere case e palazzi, cancellando esistenze e lasciando dietro di se morte e distruzione.

L’ambientazione è la sfera protetta e silenziosa dell’abitazione di famiglia. Un fanciullo si diverte a inventare i costumi per il Carnevale e rivive la storia di Pinocchio. Il tempo pare sospeso. Allo stesso tempo il protagonista pur nella malinconia della sua troppa solitudine, si trova nell’età dell’innocenza non ancora turbata dai problemi e dai drammi del mondo degli adulti.

“Parliamo di uno spettacolo che non altera la favola di Carlo Collodi – rivela il costumista, scenografo e regista Marco Nateri-, le sue avventure raccontano la storia di un bambino che cerca affetto, famiglia, amici. I bambini cercano ascolto e il mondo dei grandi avanza freddo e pesante. Le loro voci sono più salde delle nostre, anche se più sottili, perché non raccontano compromessi”.  In questo racconto -conclude-, il Grillo, Mangiafuoco, il Gatto e la Volpe, Lucignolo e Lumaca prendono voce e vita attraverso il racconto e le animazioni del piccolo attore Riccardo Zoccheddu“.

 

 

About Isabella Murgia

Isabella Murgia nata a Sassari, ma vivo a Cagliari dalla quinta elementare. Diploma di Liceo scientifico, laurea triennale in filosofia. Passione per il giornalismo e l'informazione.

Controlla anche

solar system 11111 340

Audio Universo, il 4 dicembre spettacolo al planetario di Cagliari

Suoni oltre alle immagini per permettere anche a non vedenti e ipovedenti di esplorare la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *