Alexa Unica Radio

Without color: intervista a Francesca La Cava

Unica Radio Podcast
Unica Radio Podcast
Without color: intervista a Francesca La Cava
/

Il gruppo abruzzese e-motion presenterà da oggi, mercoledì 13 ottobre a sabato 16, nei teatri della Sardegna, la performance “Without color”

Without color è un progetto che coinvolge gli spettatori in un viaggio all’interno dell’universalità dell’essere umano. Si basa, quindi, sugli universali culturali, ovvero tratti comuni che appartengono a tutti gli uomini. Questi tratti permettono, inoltre, di trovare somiglianze tra le varie culture, nonostante le loro diversità. 

La performance verrà messa in scena nei teatri della Sardegna oggi 13 ottobre al Teatro Civico di Alghero, il 14 al Teatro Civico di Ozieri, il 15 alle Caserme Mura di Macomer e il 16 al Teatro Tonio Dei di Lanusei.  

La regista e coreografa del progetto, Francesca La Cava, ci racconta la genesi del progetto e come il suo amore per l’Africa ed il suo ultimo viaggio a Il Mali abbiano ispirato la realizzazione di “Without color”.

Without color nasce nel 2019, prima che i lavori fossero bloccati a causa della pandemia. Pandemia che, paradossalmente, ha inciso positivamente sulla sua realizzazione, permettendo alla regista di ricercare nuovi contenuti nella propria poetica, oltre a leggere e approfondire.

La diversità è il tema principale

Un tema importante che porta a confronto le diverse culture ed etnie per una crescita globale. La diversità porta -continua la regista- a spunti di riflessione e l’opera ha l’intenzione di portare a riflettere. Questo si può evincere, ad esempio, dalla decisione della regista di preferire dei danzatori di diverse culture che tramite l’improvvisazione raccontano con il proprio corpo il loro vissuto.

In questa rappresentazione il corpo e la pelle sono protagonisti. Raccontano le storie dei danzatori e permettono di suscitare un’impatto negli spettatori, che sono portati alla riflessione su quanto effettivamente gli esseri umani possano essere così simili nelle loro diversità. Ad accompagnare i movimenti degli artisti troviamo la parola, anch’essa fondamentale nell’opera.

Il legame con la Sardegna

Francesca La Cava, essendo sarda, ha un fortissimo legame con questa terra. La sua attenzione verso la diversità culturale, perciò, deriva dalle varie comunità che hanno coabitato nell’Isola, a causa, ad esempio delle conquiste subite dalla Sardegna nel corso dei secoli. Portando quindi la Sardegna ad una commistione di culture.

La collaborazione con il progetto “danza e inclusione sociale”

Il gruppo e-motion collabora con il Comune di Selargius per il progetto “Danza e inclusione sociale”. Il programma nasce da un master sulla danza e l’inclusione sociale. Ciò che maggiormente da’ soddisfazione alla regista è la coesione e la partecipazione della comunità. Infatti, i cittadini negli ultimi tre anni sono stati coinvolti attivamente nelle attività tramite dei laboratori per non danzatori e ciò ha permesso un confronto tra artisti ed appassionati.

About Aurora Catalano

Studentessa universitaria appassionata di musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *