Alexa Unica Radio
5 ottobre Scisma 1 1

Seconda giornata per il festival Spaziomusica

Seconda giornata domani (martedì 5 ottobre) a Cagliari per il festival Spaziomusica: alle 21 nella sala M2 del Teatro Massimo performance dell’Hybrid Ensemble, con Enrico Di Felice, Raffaele Bertolini, Fabrizio Casti e Roberto Zanata. Alle 22 concerto dell’Ensemble Scisma.  

Seconda giornata domani (martedì 5 ottobre) a Cagliari per il Festival Spaziomusica, la rassegna dedicata alla musica di ricerca e di improvvisazione, acustica ed elettronica e alle sue immediate derivazioni, in programma fino al 26 novembre con il suo ricco programma che si dirama tra concerti e performance acustiche e audiovisive.

Alle 21 sul palco della sala M2 del Teatro Massimo salirà l’Hybrid Ensemble, con Enrico Di Felice (flauto e flauto in sol), Raffaele Bertolini (clarinetto e clarinetto basso), Fabrizio Casti e Roberto Zanata all’elettronica. La formazione si dedica alla creazione e all’esecuzione di performance multimediali che uniscono la musica strumentale e quella elettronica, con interazioni video. Il gruppo lavora e collabora con artisti nazionali e internazionali, con un’attività costantemente aperta alle nuove sperimentazioni.

Un’ora dopo (alle 22) luci e amplificatori si accenderanno per l’Ensemble Scisma, nato nel 2016 in seno al laboratorio multidisciplinare del Conservatorio di Musica di Cagliari, dedicandosi all’elaborazione e all’esecuzione di nuovi brani delle classi di composizione oltre che allo studio di importanti partiture del Novecento storico e contemporanee. Il collettivo ha come obiettivo quello di approfondire lo studio delle prassi esecutive e le tecniche del Novecento. Scisma è curato nelle parti esecutiva e compositiva da Riccardo LeoneEnrico Di Felice e Christian Cassinelli. Sul palco ci saranno Gaia Aloisi alla voce, Giulia Lallai, Manuela Loddo, Pietro Nonnis al flauto, Alessia Dessì, Paola Lilliu al clarinetto, Anna Maria Fiore, Camilla Marrocu, Maria Clarissa Melis, violino, Omar Leone al violoncello, Melania Bertolo e Francesco Ghiglieri al pianoforte e Davide Collu e Cinzia Curridori, percussioni, con la direzione di Marco Caredda.

Mercoledì 6 ottobre alle 21 al Teatro Massimo (sala M2) il piano solo di Giuseppe Greco ripercorrerà la strada delle musiche di Sandro Mungianu, Claudia Mura, Nicola Monopoli e Luisa Valeria Carpignano. Il set successivo (alle 22) vedrà protagonisti il compositore elettroacustico Marco Ferrazza affiancato dall’artista audiovisivo Svart1 (al secolo Raimondo Gaviano) nella performance “Una Wunderkammer minore”.

Il festival si inserisce nelle più ampie attività di 10 nodi, la rete dei festival d’autunno a Cagliari, nata per lasciare tracce, edificare luoghi, per costruire l’occasione di un confronto sui nuovi linguaggi artistici, come spazio comune di ospitalità della scena internazionale, co-produzioni originali, contesto crocevia di sperimentazione.

Spaziomusica è realizzato con il contributo del MiC (Direzione generale spettacolo dal vivo), Regione Autonoma della Sardegna, (Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport) e del Comune di Cagliari, (Assessorato alla Cultura, Pubblica Istruzione, Sport, Spettacolo e Politiche Giovanili) in collaborazione con il Conservatorio Statale di Musica Giovanni Pierluigi da Palestrina di Cagliari e dell’Università degli Studi di Cagliari.

Il prezzo dei biglietti per i singoli appuntamenti della manifestazione è di due euro, ad eccezione del concerto di Marco Donnarumma che costa dieci euro. L’ingresso a tutti gli appuntamenti è condizionato all’esibizione del green pass. Per informazioni chiamare o scrivere al numero +39 333 5485648 o alla mail [email protected] o recandosi presso la biglietteria Teatro Massimo.

IL FESTIVAL – L’attività di Spaziomusica, festival attivo nella scena sarda da quattro decenni, intende continuare la sua esplorazione nel campo del sonoro contemporaneo. Esplorazione che a partire dal segno della musica scritta e dal suono di quella improvvisata si allarga fino al risonante ad include il paesaggio sonoro di oggi generando una visione fantastica del nostro abitare il mondo. Questa visione si mostra nelle nuove produzioni musicali, nei laboratori e nelle attività didattiche e viene tematizzata nei suoi convegni e seminari. Non mancano i riferimenti alle particolarità sonore della Sardegna legate sia alla lingua che al paesaggio naturale esplorate in progetti specifici. L’attività dell’anno 2021 prevede la realizzazione di produzioni originali che si propongono di esplorare il campo della musica d’avanguardia e le sue innumerevoli escursioni. Escursioni multimediali, ma anche escursioni che più profondamente sconfinano e interagiscano con altri linguaggi espressivi, come il movimento corporeo e la gestualità, la perizia solista, il mondo delle immagini.

MISURE DI CONTENIMENTO – Nell’attuazione delle misure sanitarie per contrastare l’emergenza coronavirus, l’ingresso agli eventi del festival sarà consentito a una persona per volta, con l’obbligo di indossare la mascherina fino al raggiungimento del posto (quando sarà possibile toglierla) e il medesimo comportamento andrà adottato ogni qualvolta si abbandonerà il proprio posto a sedere. Sarà cura dell’organizzazione mettere a disposizione del pubblico il gel per sanificare le mani. Verrà assicurato il corretto distanziamento di un metro tra gli spettatori (sia frontalmente che lateralmente), a eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi o per le persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale. Accesso vietato, invece, alle persone con una temperatura corporea superiore ai 37 gradi e mezzo.

About Redazione

Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *