Alexa Unica Radio

Edith Bruck la vincitrice del Premio Lussu

La vincitrice ricorda l’amicizia col grande intellettuale sardo: “La vittoria ha rievocato ogni minuto vissuto a casa sua”.

Bloccata a casa per motivi di salute, la scrittrice Edith Bruck in collegamento dall’hotel Regina Margherita, ha salutato con parole commosse il pubblico del festival conferitole dalla giuria internazionale. La scrittrice ha commentato il conferimento del primo premio per la Narrativa Edita, ricevuto grazie al romanzo “Il pane perduto”.

“Quando ho saputo di aver vinto il Premio Lussu quasi non ci credevo. Sono davvero molto felice, mi dispiace solo di non essere proprio lì con voi”.

MOTIVAZIONI

Nelle motivazioni della commissione, il romanzo rappresenta “una grande sintesi narrativa che ha saputo raccontare la gioia dell’infanzia, l’orrore e il dolore della guerra nei campi di sterminio di Auschwitz, il ritorno a casa. Edith Bruck ha testimoniato nella sua lunga carriera il valore della letteratura, impegno etico e civile, memoria di un periodo che non si deve dimenticare.

Il romanzo è perfettamente in linea con i valori etici dello scrittore Emilio Lussu e della sua letteratura”.Il volume ha ricevuto numerosi giudizi positivi anche nei gruppi di lettura che lavorano in collaborazione con il premio.

PREMIO NARRATIVA

A ritirare la Menzione speciale Premio giovani per la Narrativa edita è stata invece la scrittrice sassarese Ilenia Zedda, per il romanzo d’esordio “Nàccheras”. Un romanzo nato dall’incontro con Chiara Vigo, che come ha dichiarato l’autrice le “ha completamente sconvolto l’esistenza adolescenziale, parlando di amore universale e particolare. Il suo romanzo pone domande sulle storie e i racconti di un certo modo di fare narrativa delle nuove generazioni di trentenni.

Primo classificato per la “Narrativa edita a fumetti” è stato il fumettista genovese Andrea Ferraris, per la graphic novel “Una zanzara nell’orecchio. Storia di Sarvarì” Einaudi 2021,

“per aver illustrato con tratto delicato, efficace e coinvolgente, una storia di paternità, restituendola con una piena carica emozionale ed espressiva. Per l’originalità stilistica del disegno, arricchita dalla fusione di tradizioni figurative e codici narrativi, Ferraris ha anche reso omaggio a grandi interpreti e personaggi del mondo del fumetto”.

La serata, introdotta dal direttore artistico Alessandro Macis, ha previsto l’omaggio al grande Leonardo Sciascia per i cento anni dalla nascita.

About Elena Marongiu

Diplomata presso l'Istituto Tecnico Commerciale E. Mattei di Decimomannu (SU) con titolo di Ragioniere Perito Commerciale Programmatore il 6 luglio 2015. Laureata in Lingue e Comunicazione il 14 novembre 2018 presso l'Università degli Studi di Cagliari. Appassionata di autobiografie scritte e visive e libri che trattano i temi della società contemporanea e moderna

Controlla anche

Seconda Tappa viaggio nelle meraviglie della Sardegna

Venerdì 26 novembre il programma del viaggio nelle meraviglie sarde Venerdì 26 novembre 2021, alle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *