Alexa Unica Radio

Google: ricorre il ventitreesimo compleanno

Lo usiamo, un po’ tutti, per effettuare ricerche su Internet. Ieri, 27 settembre, ricorreva il 23° compleanno di Google

Una data importante, che ha cambiato la storia e la vita di ognuno di noi.
Nato nel 1998. Dopo poco tempo è diventato il più importante motore di ricerca al mondo. La data ricorda quando fu registrato il primo record di pagine indicizzate.
“Ogni giorno, ci sono miliardi di ricerche su Google in più di 150 lingue in tutto il mondo. Mentre molto è cambiato dai primi giorni di Google, dal suo primo server ospitato in un armadio costruito con blocchi giocattolo”, si legge sul blog dedicato a questo importante strumento informatico.

I suoi server sono “ospitati in più di 20 data center in tutto il mondo. La sua missione rimane la stessa: rendere le informazioni del mondo accessibili a tutti”.

Si dice che un incontro casuale possa cambiare il corso della vita

Nel caso di Google, un incontro casuale tra due informatici ha cambiato il corso di Internet e la vita di milioni di persone.

Nel 1997, Sergey Brin, uno studente laureato alla Stanford University, è stato incaricato di mostrare il campus a Larry Page, che all’epoca stava considerando quell’università per la scuola di specializzazione. L’anno successivo, i due co-fondatori di Google hanno costruito insieme un motore di ricerca  basato sull’analisi matematica delle relazioni tra i siti web anziché su tecniche empiriche, sviluppando il loro primo prototipo. Tutto ciò nei loro dormitori. Nel 1998, quindi, è nata ufficialmente Google Inc.

Per festeggiare l’evento, Google ha ideato un doogle speciale: il nome del motore di ricerca ha assunto l’aspetto di dolciumi colorati, glassati e ricoperti di canditi. La particolarità risiede nella «L», la quale è stata sostituita da una torta di compleanno animata, strutturata su due piani, la quale d’improvviso prende vita, compaiono due occhietti ed una mano, che solleva il piano superiore come fosse un cappello, per salutare gli utenti. 

Il regalo però è stato Google a farlo agli utenti. Infatti fino alle 01.00 del 28 settembre, inserendo il codice «Googlebday» sul Google store, è stato possibile ottenere uno sconto del 20%. Ma attenzione! Alcuni prodotti sono esclusi dalla promozione, ma se si cerca bene nello store, sono nascosti ulteriori sconti. 

About Aurora Catalano

Studentessa universitaria appassionata di musica.

Controlla anche

Che succede se Google cancella un’inchiesta giornalistica?

Oscurato un canale di una testata giornalistica registrata. Google parla di errore, dopo la segnalazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *