Alexa Unica Radio
guitar 756326 1920
guitar 756326 1920

La terza serata di PROGRESS ONE, domani a Sestu

Arriva al giro di boa la quattordicesima edizione del festival di rock progressivo PROGRESS ONE. Domani, venerdì 3 settembre 2021, dalle ore 21 sono in programma altri due concerti nella consueta cornice di Casa Ofelia a Sestu.

Si avvia alla conclusione la quattordicesima edizione del festival di rock progressivo IN PROGRESS…ONE, domani altri 2 concerti a Sestu


l tema di quest’anno è “Il suono delle radici” e non a caso. L’edizione 2021 di IN PROGRESS…ONE, infatti, darà grande spazio alle contaminazioni musicali col jazz, la musica classica e la musica etnica. Generi da subito presenti nei primi, grandi dischi che hanno dato vita al movimento a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta.

Alle ore 21, la serata di venerdì 3 settembre a Casa Ofelia a Sestu verrà aperta dal RICCARDO PITTAU PROJECT. Classe 1973, trombettista avant-jazz sardo dallo stile poliedrico e versatile. Pittau unisce la tradizione jazzistica con il fraseggio dei trombettisti balcanici e la musica tradizionale sarda. Con l’aiuto di synth, loops e samplers, a Sestu presenterà uno spettacolo dove la tromba cavalca i suoni elettronici in continuo mutamento.


Alle ore 22 invece il palco di Sestu ospiterà uno dei nomi più prestigiosi della scena jazz sarda e il suo nuovo progetto. Il contrabbassista e compositore Riccardo Lay, insieme a Mario Paliano alla batteria e Antonello Salis al piano e all’organo Hammond. La nuova proposta di Lay si chiama OLTREMODO e raccoglie, oltre a Lay, Marcello Peghin alle chitarre, Paolo Cartamantiglia a alto sax e clarinetto basso, Riccardo Pittau alla tromba, Alessandro Garau alla batteria e alle percussioni. Nelle parole di Lay, la performance di Oltremodo sarà: “interpretazione libera ed estemporanea, memorie storiche e composizioni contemporanee”.


BIGLIETTI E PRENOTAZIONI. Per tutte le serate del festival, l’ingresso costerà 8 euro e per l’accesso sarà necessaria l’esibizione del green pass. Proprio in virtù della limitata capienza degli spazi di Casa Ofelia, per tutelare la sicurezza degli spettatori, evitare assembramenti e permettere a quante più persone di assistere ai concerti, attraverso il sito www.mediteuropa.it sarà possibile prenotare il posto per la serata prescelta.

About Daniele Mereu

Studente magistrale in Relazioni Internazionali (Studi Euro-Mediterranei) presso l'Università di Cagliari. Laureato in Scienze Politiche e diplomato in Relazioni Internazionali per il Marketing.

Controlla anche

Collegium Karalitanum

Ritorna sulle scene musicali sarde il Collegium Karalitanum

Get Widget L’appuntamento con il Collegium Karalitanum sarà giovedì 23 dicembre  nella Chiesa di San …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.