Alexa Unica Radio
nuraghe 115980 1920 2
nuraghe 115980 1920 2

Oliena mostra fotografica

La mostra fotografica approda ad Oliena

Il patrimonio archeologico sardo in mostra a Oliena. Dopo essere stata nelle principali città sarde approdano anche nel paese ai piedi del Corrasi – i pannelli con le foto di 30 monumenti più rappresentativi dell’età nuragica, tra nuraghi, tombe dei giganti e pozzi sacri scelti per la loro monumentalità.


I 35 pannelli verranno esposti nelle attività commerciali del paese da domani martedì 31 agosto al 5 di settembre.
L’appuntamento nasce grazie alla collaborazione dell’associazione “La Sardegna verso l’Unesco”, nata con l’obiettivo di ottenere dall’Unesco il riconoscimento ai monumenti dell’età nuragica di Patrimonio dell’Umanità.


L’associazione è stata creata anche per l’esigenza di dare concretezza operativa, economica e quindi politica, al movimento popolare affine ai temi del paesaggio archeo-preistorico della Sardegna che, negli ultimi anni, ha assunto sempre più consistenza, sociale e numerica.


“Siamo orgogliosi di ospitare anche queste fotografie che oltre a mettere in risalto la nostra cultura archeologica hanno la valenza di sostenere e promuovere la candidatura della Sardegna e del suo patrimonio davanti all’Unesco”, hanno detto l’assessora alle Attività Produttive di Oliena Antonella Moro e il sindaco Bastiano Congiu consapevoli delle eccellenze presenti anche nel territorio di Oliena, sicuramente parte di un circuito più ampio.

Da chi è composta l’ associazione ?


E’ parte dell’Associazione anche il “Comitato scientifico” formato da oltre 30 docenti delle Università sarde esperti nelle diverse discipline (archeologia, architettura, antropologia, etc) specificamente coinvolte nel progetto. Le foto su pannelli Forex 70×50 sono quelle dei seguenti monumenti:

  • Coddu Ecchju di Arzachena,
  • Maiori di Tempio,
  • Predio Canopoli di Perfugas,
  • Palmavera di Alghero,
  • Romanzesu di Bitti,
  • Santu Antine di Torralba,
  • Appiu di Villanova Monteleone,
  • Su Tempiesu di Orune,
  • Serra Orrios di Dorgali,
  • Orolo di Bortigali,

Sa Sedda ‘e Sos Carros di Oliena

, Losa di Abbasanta,

Madau di Fonni,

Santa Cristina di Paulilatino,

S’Arcu ‘e is Forros di Villagrande Strisaili,

Monte Prama di Cabras

Is Paras di Isili,

Domu de Orgia di Esterzili,

Santa Vittoria di Serri

, Sa Domu ‘e s’Orku di Siddi,

Nuraxi Arrubiu in Orroli,

Cuccurada di Mogoro,

Genna Maria di Villanovaforru,

Su Mulinu di Villanovafranca,

Sant’Anastasia di Sardara,

Funtana Coberta di Ballao,

Seruci di Gonnesa,

Is Concias di Quartucciu,

Diana di Quartu Sant’Elena,

Arresi di Sant’Anna Arresi,

nuraghi :

Crabia di Bauladu,

Santa Barbara di Villanova Truschedu,

Piscu di Suelli,

Ruju di Torralba,

Erismanzanu di Esporlatu

Aeddos di Orotelli, Serbissi di Osini,

Goni di Goni,

Alvu di Pozzomaggiore,

Tomba di giganti di S’Ena ‘e Thomes a Dorgali.

About Stefania Serena Borea

Amante della lettura e della musica. Sono una educatrice e amo la natura.

Controlla anche

dudu kouate05

Via il festival “Ai confini tra Sardegna e Jazz” Concerti Jazz around

Le numerose presenze per i primi due spettacoli di questo Festival in anteprima “Ai confini …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *