Alexa Unica Radio
Astro e Bandito

Pensieri e Parole: successo per i primi due giorni. I prossimi appuntamenti

Grande successo per Pensieri e parole. I prossimi appuntamenti ad Alghero e Porto Torres.

Grande successo per “Pensieri e parole: libri e film all’Asinara” un festival che oltre il cinema e la letteratura ha regalato anche in questa edizione tramonti mozzafiato e un’immersione profonda nella natura incontaminata. A conferma dello stretto legame della manifestazione con il territorio sul palco, allestito tra terra e mare nel molo di Fornelli; sono stati numerosi i dibattiti; le proiezioni e le presentazioni di libri incentrati su uno dei temi cardine del festival: la riflessione sulle problematiche legate alla sostenibilità ambientale.

I momenti del festival

Tra i momenti salienti, la presentazione di “2119. La disfatta dei Sapiens” (Harper & Collins); romanzo d’esordio di Sabina Guzzanti che ha presentato il volume dialogando insieme al direttore artistico del festival Sante Maurizi, alla scrittrice Silvia Sanna e a Giovanni Mori di “Fridays for future”. La scrittrice immagina nel suo racconto l’estinzione della specie umana; affrontando alcuni temi fondamentali dei nostri giorni: cambiamento climatico, dipendenze dalle nuove tecnologie, concentrazione della ricchezza. L’incontro è stato seguito con grande interesse dal pubblico che ha poi dialogato con la Guzzanti nell’informale atmosfera del festival.

Grande entusiasmo anche per il l live concert di Astro e Bandito; che hanno presentato singolarmente alcuni dei loro brani più noti esibendosi poi al temine della performance in un inedito duo.
Un breve quanto emozionante video ha mostrato al pubblico nella seconda parte della serata “Le comunità resilienti sommerse dell’Isola dell’Asinara”; un parco che ospita sia in mare che sulla terraferma una ricca fauna e flora di specie protette. A presentare il progetto accanto a Maurizi sono stati Gabriela Scanu e Vittorio Gazale (commissaria e direttore del Parco dell’Asinara); Giovanni Mori (portavoce nazionale di Fridays for Future) e Mattea Lissia (direttrice di Time in Jazz).

“Dal qualche anno ‘Time in Jazz’ porta avanti ‘Green Jazz’ – dice Maurizi – un importante progetto di sensibilizzazione ecologica; che mira a ridurre l’impatto del festival sull’ambiente e sulle risorse naturali del territorio. Anche “Pensieri e parole’ sta seguendo questa strada; per suggellare il legame da sempre strettissimo tra il nostro progetto artistico e il territorio che lo ospita”.

A chiudere la serata alle 22 ancora una riflessione sulla sostenibilità ambientale con “ Interdependence” undici corti sulla crisi climatica prodotti da “Art of the world”. Il Festival è organizzato da “Cinearena” con il sostegno di: Parco Nazionale dell’Asinara, Comune di Porto Torres, Ministero per le Attività Culturali, Assessorato allo Spettacolo della Regione Sardegna, Partner: Moderno Cityplex, Librerie Koinè.
Prossimi appuntamenti

I prossimi appuntamenti

Ma il festival non è finito qui. Gli appuntamenti proseguiranno sino al 2 settembre nelle altre arene di Alghero e Porto Torres.

Il Festival dell’Asinara proseguirà con altri eventi che si svolgeranno nella nuova arena di Porto Torres, nel parcheggio “Il ponte”. Mercoledì 25 agosto alle 19 il giornalista Francesco Pinna presenta “Cuori campioni” (Solferino) di e con Luca Telese mentre alle ore 21 sarà proiettato “La vita straordinaria di David Copperfield” di Armando Iannucci. Il giorno dopo si prosegue alle 19 con Barbara Proli che presenta “Tascabile indimenticabile” (Il Maestrale) di e con Angelo Mazza e a seguire il film “Tolo Tolo” di Checco Zalone.

Venerdì 27 agosto alle 21 nella nuova Arena Terragona di Alghero in viale Giovanni XXIII, 21 prosegue la rassegna “I film del cuore” inserita all’interno del festival che propone grandi “classici” presentati da importanti personaggi della comunicazione, della moda e della musica. Dopo la serata in compagnia di Annamaria Testa e quella con lo stilista Antonio Marras ad introdurre il suo film preferito “Parla con lei” di Pedro Almodóvar; sarà il trombettista Paolo Fresu.

Il 1 settembre Franco Satta presenta con l’autore Vindice Lecis il libro “La conquista” (Nutrimenti) per lasciare poi spazio al cinema alle 21 con il film “Il Traditore” di Marco Bellocchio.

Giovedì 2 settembre alle 19 Silvia Sanna presenterà “L’armatura dell’educatore” insieme all’autrice Patrizia Virgilio. Alle 21 il festival si concluderà con la proiezione del film “Green Book” di Peter Farrell.

About Emanuele Loddo

Nato a Carbonia, proveniente da Portoscuso (Sud Sardegna), studente di Beni Culturali e Spettacolo all'Università di Cagliari.

Controlla anche

Alghero, alla scoperta del pane antico

La tavola rotonda organizzata dall’AES per riscoprire il valore paradigmatico del pane, simbolo di identità, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *