Alexa Unica Radio
zoepia
zoepia

Pedras et Sonus: gli incontri musicali del festival sardo

Quarta edizione per il festival “Pedras et Sonus”. Stasera (mercoledì 18 agosto) tappa a Pompu per lo showcooking della Spaghetti Swing.

Proseguono tra Parte Montis e Alta Marmilla gli appuntamenti della quarta edizione del festival itinerante Pedras et Sonus, manifestazione organizzata dall’omonima associazione con la direzione artistica della musicista mogorese Zoe Pia, tra i Comuni di Ales, Curcuris, Gonnostramatza, Masullas, Mogoro, Pau, Pompu e Siris.

Il festival

Il festival Pedras et Sonus nasce nel 2018 da un’idea della musicista e compositrice mogorese Zoe Pia, tra i più giovani direttori artistici in Sardegna; ed è sostenuto fin dal primo momento dall’Unione dei Comuni Parte Montis oltre che dalla Fondazione di Sardegna. Nelle sue prime edizioni ha ospitato artisti del calibro di Antonello Salis, Mauro Ottolini, Baba Sissoko, Njamy Sitson, Paolo Angeli, Bebo Ferra e Ada Montellanico. La kermesse rivolge una particolare attenzione al coinvolgimento attivo delle nuove generazioni, attraverso laboratori specifici (sensibilizzazione all’arte del riciclo, all’utilizzo della lingua sarda, allo sviluppo di valori di rispetto reciproco), oltre che alla valorizzazione dell’arte in ogni sua accezione, in costante dialogo con le varie e innumerevoli realtà locali.

Gli Appuntamenti

Stasera a Pompu (Or), amplificatori e fornelli accesi in piazza Cavour, alle 21.45, per lo showcooking della Spaghetti Swing, Vetrina Sonora e culinaria del festival dedicata agli anni Cinquanta e alla Dolce Vita, con la giusta fusione tra musica, gastronomia e momenti di puro intrattenimento. Sul palco e “in cucina”, ci saranno lo chef acrobatico e bassista Tiziano Negrello, affiancato dalle cantanti Betta Bob “Diva Parmigiano” e Linda Ginger “Ragazza Dispettosa”, da Donna Silvia al pianoforte e da Riccardo “Double” Paio alla batteria.

Sardegna e Sicilia si incontreranno giovedì 19 agosto a Curcuris, nella cornice di Casa Pinna-Spada, luogo ideale dove potranno dialogare in musica la pianista, compositrice e direttrice d’orchestra Cettina Donato e la clarinettista e compositrice Zoe Pia. L’incontro sonoro al femminile tra le due grandi isole del Mediterraneo è un progetto inedito realizzato in collaborazione con il festival comunitario “Uomo e Natura”.

Le attività esclusive: “Vetrine Sonore” e “Prove Aperte”

Elemento che caratterizza Pedras et Sonus, rendendolo un festival unico nella costellazione degli altri appuntamenti isolani, sono le Vetrine Sonore: su vari palcoscenici del festival si svilupperà un dialogo tra l’artista musicale e artisti legati profondamente al territorio, agevolando in questo modo lo sviluppo di trame artistiche in maniera multidisciplinare, valorizzando l’identità culturale isolana, promuovendo l’incontro, il dialogo, e lo scambio con gli altri popoli e tra le diverse arti.

Esclusiva attenzione sarà rivolta partire da quest’anno al coinvolgimento delle nuove generazioni attraverso il nuovo progetto denominato Prove Aperte: alcune fasi dei soundcheck saranno aperte al pubblico del festival, che potrà seguirle, gustando di volta in volta una breve performance appositamente dedicata.

I nomi del festival

Fin dalla sua prima edizione, il festival  utilizza e valorizza anche la lingua sarda, presente in ogni aspetto comunicativo, a cura del dottor Francesco Grussu.

Anche nell’imminente edizione, la direttrice artistica Zoe Pia indosserà gli abiti creati per l’occasione dalla stilista cagliaritana Alessandra Curreli, docente dell’Accademia del Lusso di Milano, e formatasi presso l’Atelier di Antonio Marras, che in questa edizione vestirà anche le musiciste del festival.

Il fotografo ufficiale del festival è quest’anno Roberto Cifarelli; mentre al regista Alberto Gambato documenterà la manifestazione attraverso la realizzazione di un cortometraggio – dopo il grande successo riscontrato dal recente Identidade Ninnia.

Gli sponsor

Il festival Pedras et Sonus è organizzato dall’omonima associazione (associazione Pedras et Sonus), con il sostegno dell’Unione dei Comuni Parte Montis, della Fondazione di Sardegna, di Corsica e Sardinia Ferries, dei Comuni di Ales, Curcuris, Gonnostramatza, Masullas, Mogoro, Pau, Pompu, Siris e Simala, in collaborazione con l’Università degli Studi di Cagliari – Corso in Produzione Multimediale, del Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo; Conservatorio “G.P. da Palestrina” di Cagliari; SIAE; Bar “La Fortezza”; Nuraghe Cuccurada; Grafik Art; Cantina “La Giara” di Usellus; Penty Pianoforti; Festival Internazionale Time in Jazz; Il Jazz va a Scuola; Alessandra Curreli – artigiana e designer; Fiera dell’Artigianato Artistico della Sardegna; Associazione Musicale Mogorese; F.A.S.I.; I-Jazz; Caligola Record; Tiscali e Unica Radio

Info e Biglietti

I concerti del Pedras et Sonus festival sono a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria nel sito www.eventbrite.it o contattando il numero 379 1579897. Maggiori informazioni nei canali social del festival e attraverso il sito www.pedrasetsonus.it

Misure di contenimento

Nell’attuazione delle misure sanitarie per contrastare l’emergenza coronavirus, l’ingresso agli eventi del festival sarà consentito a una persona per volta. Vige l’obbligo di indossare la mascherina fino al raggiungimento del posto. Sarà cura dell’organizzazione mettere a disposizione del pubblico il gel per sanificare le mani. Per accedere ad ogni evento sarà necessaria l’esibizione del Green Pass. I posti a sedere saranno limitati e distanziati, nel rispetto delle norme anti-covid. Verrà assicurato distanziamento di un metro tra gli spettatori; ad eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o per le persone che, in base alle disposizioni vigenti, non siano soggette al distanziamento interpersonale. Sarà privilegiato, dove necessario, l’ingresso previa prenotazione (l’elenco delle presenze verrà conservato per un periodo di quattordici giorni); accesso vietato, invece, alle persone con una temperatura corporea superiore ai 37 gradi e mezzo.

About Emanuele Loddo

Nato a Carbonia, proveniente da Portoscuso (Sud Sardegna), studente di Beni Culturali e Spettacolo all'Università di Cagliari.

Controlla anche

istockphoto 901900766 170667a

Anteprima VIII edizione Festival Premio Emilio Lussu

Get Widget Anteprima VIII edizione Festival Premio Emilio LussuPresentazione a Elmas del libro We are …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.