Alexa Unica Radio
Marcello Peghin m

Rocce Rosse Blues viaggio sul Trenino Jazz

C’è un battito irresistibile che accende il cuore di Rocce Rosse Blues. Ritmo e improvvisazione, blue note, poliritmia, ci trascina in un viaggio nel jazz che sulle strade ferrate dell’Ogliastra celebra i suoi strumenti onnipresenti in tutte le culture musicali del pianeta, in ogni genere e stile.

Rocce Rosse Blues nella sua XXX edizione si avventura fra i flutti del jazz per attraversare il vasto arcipelago delle percussion


Così anche quest’anno, una nuova invasione musicale incombe su Rocce Rosse Blues nell’edizione del 2021. Dopo il blues di Moses, quest’anno la navigazione “per le alte vette” della XXX edizione si avventura fra i flutti del jazz.


Domenica 8 agosto dalle 8.00 fino al tardo pomeriggio sarà la chitarra nelle mani di Marcello Peghin ad accompagnare il viaggio. Una giornata a bordo del Trenino Verde della Sardegna in collaborazione con Arst, sulle rotaie dell’antica ferrovia.

Cornice dell’evento il porto di Arbatax, le colline ogliastrine, gli argini del lago di Santa Lucia e i monti del Gennargentu fino alla stazione di Gairo Taquisara da cui ripartire poi alla scoperta di un altro palcoscenico quello di Osini Vecchio e del Museo a Cielo Aperto di Maria Lai a Ulassai.

Zigzagando fra le geografie della strada ferrata e della musica, il Festival Rocce Rosse Blues sarà nuovamente il punto di incontro fra culture e artisti.

Si parte dalla stazione di Arbatax..


Il porto di partenza è, fisicamente e idealmente, la stazione di Arbatax a bordo il compositore e arrangiatore Marcello Peghin chitarrista conosciuto ed apprezzato tanto nell’ambito della musica colta come nella musica improvvisata. Le sue chitarre incontrano un appuntamento ormai tradizionale del Festival: il concerto ferroviario, che accompagnerà il pubblico con un percorso musicale e gastronomico grazie alle stazioni curate dall’Info Point Sardegna.

Tra gli incontri del percorso lungo 62 km il tour pomeridiano nei vecchi borghi della Valle del Pardu e le opere di Maria Lai.

Lunedì 23, Marcello Peghin, sarà nel cuore dell’Anglona per Musica sulle Bocche, si torna nei territori dell’entroterra a Laerru alle 18.30 alla stazione l’appuntamento con il chitarrista. Laerru meta turistica che unisce la presenza di numerosi e interessanti siti archeologici alla natura rigogliosa, ricca di fonti e grotte, una foresta pietrificata e una particolarissima produzione artigianale legata alla lavorazione della radica nota in tutto il mondo.

Chi è Marcello Peghin


Marcello Peghin, suona chitarra acustica classica a 6 e 10 corde, chitarra elettrica con Live electronics. Compositore e arrangiatore, è nato a Lecce, ma praticamente è vissuto sin dalla nascita ad Alghero. La sua carriera scorre parallelamente a quella di Enzo Favata, con cui suona dal 1987 ed è anche coautore di molte musiche delle sue produzioni.

È uno specialista del linguaggio chitarristico, tanto da dividersi tra le produzioni moderne con Favata e le esecuzioni del repertorio classico antico, sua grande passione. Diplomato in chitarra classica, predilige lo studio del repertorio di Joahan Sebastian Bach. Ha realizzato una speciale trascrizione per chitarra delle Variazioni Goldberg, di cui è esecutore.

About Daniele Mereu

Studente magistrale in Relazioni Internazionali (Studi Euro-Mediterranei) presso l'Università di Cagliari. Laureato in Scienze Politiche e diplomato in Relazioni Internazionali per il Marketing.

Controlla anche

Matteo Pastorino 1

Mind Twinness al San Teodoro Jazz giovedì 2 settembre

La cantante oristanese Marta Loddo e il progetto “Mind Twinness” protagonisti della seconda giornata di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *