Alexa Unica Radio
6c5f346d 509b 4476 b2ac e207f3beb8a7

Barbagia Drive con Emmanuele Curti, archeologo e manager culturale

Unica Radio Podcast
Unica Radio Podcast
Barbagia Drive con Emmanuele Curti, archeologo e manager culturale
/

Barbagia Drive è un progetto di connessione tra i quattro epicentri del festival, Orani, Ottana, Mamoiada e Orgosolo che l’artista Christian Chironi attraverserà a bordo di una 127.

Si inserisce all’interno della serie artistica DRIVE, progetto specifico per diverse città, che si muove tra dimensione spaziale, visiva, sonora riflettendo sui valori e sui significati legati all’idea di abitazione, viaggio, mobilità, corrispondenze geo-generazionali, riflessioni urbane.

Il progetto ruota attorno ad una Fiat 127 del 1971, rinominata Camaleonte, per la capacità di cambiare colore ogni volta che viene esposta, customizzata seguendo gli accostamenti cromatici tipici delle case in cui Chironi risiede con il progetto My house is a Le Corbusier. Una tastiera “architettonica” progettata da Le Corbusier seguendo precise regole di compresenza di colore da accostare come fossero dei suoni. I colori a tinta sono spruzzati ai vari componenti della carrozzeria, creando una trama visiva riconoscibile e fantastica. Lo slogan di Le Corbusier ‘una casa è una macchina per abitare’ ricompare manipolato.

A trasportarci nelle strade del Barbagia Drive, Emmanuele Curti, archeologo, Luca Balzoli, …

a06dbd68 a8c5 4adc b707 b90d785ddfe6
a06dbd68 a8c5 4adc b707 b90d785ddfe6

La scelta di questo particolare veicolo, la 127, è legata alla vicenda di Costantino Nivola, artista operante sulla scena internazionale ma fortemente legato al suo paese d’origine, Orani, in Sardegna e al rapporto di amicizia e collaborazione con Le Corbusier. Come Nivola, anche Chironi è partito da Orani (NU) e vi torna spesso, dopo una serie di esperienze che lo hanno condotto in luoghi e contesti differenti nell’ambito del progetto My house is a Le Corbusier.

Il viaggio con la Fiat 127

Nei primi anni Ottanta Nivola, ormai malato, telefona da Long Island al nipote Daniele, chiedendogli di andare nella sua abitazione in Toscana, in un ultimo tentativo di riportare le sue cose a Orani. Daniele ricorda: “Mi ha detto: Cerca di prendere quello che c’è. Compresa la macchina! Ci sono due manifesti artistici di un certo valore… Steinberg… C’erano sculture sue, quadri… Il Picasso non c’era più… Alla fine ho anche lasciato dei bozzetti. Non ci stava tutta la roba nella macchina.” Daniele si imbarca dal porto di Civitavecchia con una Fiat 127 carica di opere d’arte, facendo rientro in paese con la consapevolezza di avere portato con sé solo una piccola parte di quel patrimonio – culturale e esistenziale. Cosa trasportava quell’auto e cosa ha riportato indietro? Un lascito materiale, ma anche l’avvio di una staffetta simbolica, un incitamento ad ‘andare’ e sentirsi abitante del mondo.

A distanza di molti anni da quel viaggio, Chironi riutilizza la medesima macchina con un gesto artistico e performativo, in un viaggio fatto di partenze e ritorni, di corrispondenze generazionali, di incontri e visioni immaginarie registrate dal finestrino.

Come i viaggi di Le Corbusier

Un percorso che ricalca, usa e riposiziona i viaggi di Le Corbusier sparsi nel mondo. Che diventa a suo volta percorso di riflessione urbana toccando diversi concetti: viaggio; mobilità; abitazione; attraversamento di confini; trasformazioni urbane; composizioni sociali. Uno spostamento da un punto ad un altro, che diventa lo scopo stesso del viaggio.

In performance è l’artista stesso alla guida dell’auto e insieme ai suoi racconti, il pubblico (per un totale di 4 passeggeri per volta su prenotazione), durante il viaggio in auto potrà ascoltare audio- documenti e le composizioni sonore del progetto My sound is a Le Corbusier, nato dalla sinergia con diversi musicisti, registrate in varie abitazioni nel mondo disegnate da Le Corbusier e in cui Chironi vive.

BIO CRISTIAN CHIRONI

Artista italiano multidisciplinare (Nuoro, 1974) è cresciuto in Sardegna a Orani, in provincia di Nuoro. Ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Utilizza diversi linguaggi, tra cui la performance, la fotografia, il video, il disegno, creando spesso una sorta di interazione tra di loro. Ha lavorato su performance e installazioni site specific, cercando sempre l’interazione con il contesto, sia umano (pubblico) che ambientale (spazio). La sua ricerca mira a mettere in relazione immagine e immaginazione, fatto e finzione, memoria e modernità, conflitto e integrazione, materiale e immateriale. Ha esposto in diversi spazi per le arti sia in Italia che all’estero.

Da anni conduce una ricerca sull’abitare che indaga performativamente con un attraversamento di carattere artistico e biografico che da Orani, paese natale di Costantino Nivola, lo ha condotto a Chandigar in una relazione corporea e concettuale con  l’architettura di Le Corbusier.

About Redazione

Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

camper

Vacanza in camper ? Ecco le mete perfette

Montagna, campagna, mare: turismo rurale, selezione di strutture all’insegna della natura e alla scoperta di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *