Alexa Unica Radio
Andrea Parodi
Andrea Parodi

A Porto Torres l’evento SoNos: 30 e 31 luglio 2021


Una grande due giorni in musica l’opera di una grande artista.
Una grande voci della isolana, italiana e internazionale
SoNoS , dedicato ad Andrea Parodi


30 e 31 luglio 2021, Balai (Porto Torres)


Ripartire dalla fine è un obbligo, quasi un dovere: SoNoS è un evento dedicato ad Andrea Parodi, indimenticata voce dei Tazenda, in programma venerdì 30 e sabato 31 luglio negli spazi del parco Chico Mendes a “Balai”, a Porto Torres. Una delle più straordinarie e intense voci del cantare sardo, italiano e internazionale, Andrea Parodi. L’intuizione che genera l’opera di una grande artista (Cinzia Porcheddu), l’idea che diventa scultura e resta a imperitura memoria. Un grande evento in musica, SoNoS, cui parteciperanno numerose importante espressioni del fare musica e spettacolo in Sardegna. Un evento la cui chiusura, il 31 luglio (dalle 21), sarà affidata ai Bertas e ai Tazenda.

Prenotazioni e biglietti: sito BoxOffice Sardegna, Bar Cristallo di Porto Torres e postazioni in loco; info al 345076850 / [email protected].


Il 30 luglio alle ore 18, dopo i saluti istituzionali e la presentazione dell’opera da parte dell’artista, è in programma la posa della scultura SoNoS. A seguire, dalle ore 20 spazio e voce a vari protagonisti sulla scena musicale e culturale isolana fra cui Niera, Maria Giovanna Cherchi, Cordas e Cannas, Golaseca, Double Douse, Unidos, Roberto Pazzola, Coro Polifonico Turritano, Alessandro Azara, Janas, Mamuthones e il gruppo folk di Porto Torres Etnos. La maggior parte degli artisti – eseguiranno massimo 3/4 brani ciascuno – si esibirà in brani del loro repetorio in aggiunta ad un omaggio ad Andrea Parodi.

L’iniziativa è stata presentata oggi nel corso di una apposita conferenza stampa presso il Comune di Porto Torres


Assessora alla Cultura e ai Grandi Eventi Maria Bastiana Cocco: “È il punto di arrivo di un percorso, un lungo viaggio cominciato quando l’artista ha concepito il progetto dell’opera, il cui destino forse era approdare ed essere esposta a Balai. L’idea è di Domenico Bazzoni, portata avanti poi con Luca Parodi e l’organizzazione. Questa scultura ha un fortissimo valore simbolico e richiama elementi particolarmente cari ad Andrea Parodi: musica, cultura sarda, amore per il mare e amore per la pesca. Come Amministrazione abbiamo cercato di sostenere il progetto e mantenerne lo spirito senza snaturarne l’aspetto principale: un dono dei cittadini ad Andrea, e ci piacerebbe i cittadini imparassero ad amarla. Come sostenerlo? Attraverso una raccolta fondi attivata nella due giorni in musica del 30 e 31 luglio”.


Luca Parodi (figlio di Andrea): “Grazie a Domenico che ha avuto un sogno, ci ha creduto e senza lacuna risorsa, sta arrivando a realizzarlo e concretizzarlo”.

“Non ha mai avuto paura ad affrontare questa sfida, ha da sempre dimostrato di avere una grande passione artistica per mio padre. Ci ha creduto, è stato caparbio, non si è fermato davanti a molteplici difficoltà. E poi Cinzia, con cui c’è stata grande alchimia e si è messa in gioco: non era scontato, nemmeno il fatto che uno scultore decidesse di fare un’opera sulla fiducia.

Grazie anche all’Amministrazione di Porto Torres

Il progetto nasceva come iniziativa privata, che ha però trovato degli ostacoli insormontabili causa pandemia. Vedere che il Comune ci ha sostenuto, è nota di valore e di importanza. Il fatto che Andrea Parodi sia nato e vissuto qua, che qui esista un suo museo, sono peculiarità da valorizzare e sfruttare per far conoscere la nostra città e il nostro territorio. Un grazie anche a Salvatore Fresu dell’ associazione “Gianni Fresu”. Quanto ricavato dai chioschi gestiti dall’ASsociazione in aggiunta ai biglietti venduti, servirà interamente a coprire i costi sostenuti da Cinzia per la realizzazione della scultura. Mi auguro di vedere una risposta da parte della cittadinanza di Porto Torres: Serve che ognuno faccia ora la sua parte, nel corso di una bella festa per tutti”.


Domenico Bazzoni, l’ organizzatore, racconta

“Idea nata qualche anno fa. Da grande estimatore di Andrea avevo sognato di riuscire un girono a dedicargli qualcosa di speciale in un posto che lui amava tanto. Contenti di essere arrivati a questo punto. Dopo la pandemia ci siamo rimessi in moto e abbiamo contattato tutti gli artisti che hanno dato loro disponibilità”.
L’autrice della scultura “SoNoS”, Cinzia Porcheddu: “Siamo salpati insieme per questo viaggio nel 2018. Un viaggio ricco di coincidenze, molte pilotate da Andrea Parodi: è stato lui a far passare questi anni, a far sì che tante cose si incastrassero. Siamo partiti in tre, io Domenico e Luca. Poi l’equipaggio è cresciuto. Plauso a chi ci ha donato il masso, il basamento in basalto e gli spazi in cui lavorare l’opera. Doni preziosi, doni alla memoria, doni alla comunità. Un’opera che è frutto di una unione di volontà di intenti, che ha poi generato la scultura e dato forza alla sua essenza”.


Un evento che pone la musica e l’arte al centro, che ha nella comunità intera il suo destinatario

Evento che si pone un obiettivo: raccogliere i fondi necessari a che si possano coprire le spese sostenute per la realizzazione della scultura. L’inaugurazione e la posa dell’opera di Cinzia Porcheddu (si chiama appunto “SoNoS“) farà come detto da apri pista alla due giorni di musica, intrattenimento, racconti e iniziative che animeranno la location di “Balai” a Porto Torres, città natale di Andrea Parodi.
L’evento è patrocinato dal Comune di Porto Torres e organizzato da Luca Parodi (figlio di Andrea), Domenico Bazzoni e Salvatore Fresu, supportati da un gruppo di sponsor privati e pubblici, commerciati e attività varie che non sono voluti mancare all’appuntamento con questa piccola grande pagina di storia turrita, ed oltre.

About Federico Ambu

Appassionato di calcio, storia, archeologia. Tifoso della Juventus, e amante del cinema di guerra e d' azione.

Controlla anche

Elizondo

Concerti & Musica sulle Bocche: le tappe finali del festival da venerdì 27 a domenica 29 agosto a Ozieri

In programma quattro concerti davanti a tre tra le più belle chiese della Sardegna: la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *