Alexa Unica Radio
jazz
jazz

Si apre il festival “Ai Confini tra Sardegna e Jazz”


Il festival Ai confini tra Sardegna e Jazz è pronto a salpare.

Per il primo anno senza il suo “comandante”, a farne le veci per questa cerimonia di varo sarà il Capitan Capitone Daniele Sepe. Appuntamento sabato 31 luglio alle 21,30 nella “casa” del festival, piazza del Nuraghe a Sant’Anna Arresi.
La produzione del concerto è nata in collaborazione con l’associazione culturale l’Intermezzo e il suo Cala Gonone Jazz Festival (dove Direction Zappa andrà in scena il 30 luglio). L’organizzazione di quest’ ultima è infatti da sempre legatissima alla manifestazione dell’associazione Punta Giara.
E l’album/concerto di Sepe è proprio un tributo dichiarato a Sulis, il quale – nel 2016– aveva chiesto a diversi artisti e amici di preparare dei concerti secondo una loro concezione compositiva innovativa, sperimentale, qualcosa che lo stesso Zappa avrebbe potuto rivalutare e apprezzare.

Cinque anni fa, dunque, Daniele Sepe sale sul palco insieme ad Hamid Drake, percussionista e affezionata presenza del festival, trovando un’affinità e una comunicazione immediata, instaurando una sintonia che ha quasi del magico.
Gli altri musicisti sono vecchie conoscenze di Sepe: il cantante Dean Bowman, grande sperimentatore delle potenzialità della voce umana, e Joe Cristiano, chitarrista, con i quali aveva già inciso Voodoo Miles; gli storici Davide Costagliola al basso e Mario Nappi al piano.
L’esperimento del poliedrico Sepe riesce e i sei registrano l’album in studio . “Sapete l’improvvisazione è un territorio strano, la musica suonata insieme a volte si materializza in forme inaspettate” . Commenta Daniele Sepe “A volte provi tanto, tantissimo, e suoni uno schifo. A volte la felicità del primo incontro, del conoscersi e ritrovarsi in una intuizione. Ti fa realizzare inaspettatamente cose belle, coerenti, scorrevoli.”


Con questo spettacolo viene offerto all’ascoltatore la possibilità di immergersi in un caleidoscopio di sensazioni sonore.

Sensazioni guidate dalla visione di un musicista senza confini che esplora uno dei più intriganti e complessi repertori della musica del ‘900.
Il concerto è a ingresso libero, sebbene a causa delle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria, sarà necessaria la prenotazione all’indirizzo [email protected].
Altra notizia importante è quella del cambio di data del concerto di Davide “Boosta” Dileo, il quale si esibirà l’8 settembre invece del 6 settembre, sempre a Monte Sirai (Carbonia). Sarà anticipato dal concerto della Bandakadabra che slitta, quindi, di due giorni rispetto al programma precedente.
Rimane invece inalterata la data del 7 settembre per la band torinese, che si esibirà nella Cantina di Santadi alle 21,00.

About Federico Ambu

Appassionato di calcio, storia, archeologia. Tifoso della Juventus, e amante del cinema di guerra e d' azione.

Controlla anche

Elizondo

Concerti & Musica sulle Bocche: le tappe finali del festival da venerdì 27 a domenica 29 agosto a Ozieri

In programma quattro concerti davanti a tre tra le più belle chiese della Sardegna: la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *