Alexa Unica Radio
Cagliari Elephant Tower
Cagliari Elephant Tower

La torre dell’Elefante

Audio Tour
Audio Tour
La torre dell'Elefante
/

La torre dell’elefante è uno dei monumenti più importanti della città, si trova nel quartiere Castello al fianco della chiesa di San Giuseppe.

La torre dell’elefante consente di ammirare vasti panorami della città e del circondario ed è raggiungibile dalla via Santa Croce, dalla via Università e dal Cammino Nuovo. E’ la seconda torre medievale più alta di Cagliari, dopo la torre di San Pancrazio.

Nel 1328  chiuso il lato nord della torre per creare abitazioni per funzionari e magazzini. In epoca spagnola la torre utilizzata anche come carcere e alle sue porte erano appese le teste mozzate dei prigionieri condannati a morte e decapitati nella  piazza Carlo Alberto.

A tal proposito si ricorda che, nella seconda metà del XVII secolo, la testa del marchese di Cea, implicato nell’omicidio del viceré Camarassa, vi rimase appesa per diversi anni.


Nel 1906, ad opera dell’ingegnere Dionigi Scano, vi fu un restauro mirato a riportare la torre all’aspetto originario, soprattutto attraverso la liberazione del lato murato nel periodo aragonese.

Oltre a servire come difesa era ed è ancora, insieme alla torre di San Pancrazio, la porta principale per entrare a Castello. In altezza raggiunge i 30 metri circa che, considerando anche il torrino, si elevano a 35. Invece dal lato di via Cammino Nuovo raggiunge fino ai 42 metri di altezza

Chi arriva dalla via Università o dal Cammino Nuovo può scorgere, (alla base della torre) vicino alla porta, una lapide ormai scarsamente leggibile, posta a fine costruzione, in cui è riportato quando e da chi la torre fu costruita

 

About Raimonda Spelarci

In arte "sunny days" racconto storie e aneddoti, scoperte e tesori della citta di Cagliari (Casteddu). Estroversa, creativa ed appassionata di fotografia e di viaggi.

Controlla anche

tunnel 3345130 1920

I Misteri di Castello

Get Widget Quali misteri e segreti si celano nel quartiere più antico di Cagliari? Le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *