Alexa Unica Radio
9454b502d1046ef67d53e7c82b7f2cad
9454b502d1046ef67d53e7c82b7f2cad

Sassari, Università sala intitolata a Camillo Bellieni

La Sala consiliare dell’Università di Sassari è da oggi intitolata a Camillo Bellieni. La cerimonia, preceduta da un convegno sul ruolo dello storico, principale ideologo e figura di spicco tra i fondatori del Partito Sardo d’Azione, si è svolta questa mattina nell’Ateneo sassarese, alla presenza del rettore, Gavino Mariotti, del presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, del senatore, Carlo Doria e del direttore dell’Istituto Studi e Ricerche “Camillo Bellieni” di Sassari, Michele Pinna.

Chi era Camillo Bellieni ?

Camillo Bellieni nacque a Sassari il 31 dicembre del 1891, figlio di Nicola Bellieni, di remote origini comasche, e di Elisabetta Marras. Cresciuto, per buona parte della sua infanzia, a Thiesi (in provincia di Sassari), dove il padre esercitava la professione di farmacista, conseguì la laurea in Giurisprudenza a Sassari e, successivamente, quella in Filosofia a Roma. Poi si trasferii per motivi di lavoro a Napoli (città nella quale partecipava attivamente ai circoli culturali e politici d’impronta radicale), dove conobbe e successivamente sposò Margherita Ciampo.

Volontario nella prima guerra mondiale, combatté come soldato semplice del 134º reggimento fanteria nella battaglia del Carso. Divenuto sottotenente nel 43º reggimento fanteria, si distinse negli assalti alle trincee di Plava e delle Frasche. Con la Brigata Sassari, nei combattimenti che interessarono l’altopiano di Asiago, rimase invalido nel Novembre 1917. Ricevette due medaglie al valore militare.

Per cosa era famoso Camillo Bellieni ?

Camillo Bellieni è stato per troppo tempo oscurato e sottovalutato a livello storiografico e politico rispetto ad altre importanti personalità del Novecento, ma rappresenta un esempio di intellettuale con grandi relazioni internazionali che possiamo iscrivere a buon titolo nella storia politica italiana ed europea .

È forse anche la figura più rappresentativa e poliedrica del sardismo. Oggi restituiamo a questo intellettuale e all’intera Sardegna il giusto posto che merita nel pantheon laico dei pensatori sardi”.
A precedere le parole del presidente è stato l’intervento del rettore: “Bellieni ha difeso i diritti fondamentali di libertà e di uguaglianza, rappresentando con coerenza i propri ideali, il suo senso delle istituzioni e il suo impegno per il riscatto della nostra gente”.

 

About Andrea Perra

Sono un ragazzo a cui piace molto fare sport divertirmi e socializzare con le persone. Mi piace scrivere, ascoltare musica e gli animali. Mi piace pure fare rime e viaggiare .Sono amante del calcio infatti tifo il Cagliari. Ho studiato nella facoltà di scienze politiche e dopo aver conseguito la laurea ora sto studiando per diventare Consulente del lavoro.

Controlla anche

Festival Palcoscenici d'Estate ad Allai

III Festival Palcoscenici d’Estate ad Allai: dal 23 al 25 Luglio

Atmosfere da favola ad Allai con il III Festival Palcoscenici d’Estate organizzato dal Teatro del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *