Alexa Unica Radio
OBESITA' - PROBLEMA SARDEGNA
OBESITA' - PROBLEMA SARDEGNA

Problema obesità in Sardegna: 600mila sardi in sovrappeso

29 Maggio La Giornata Mondiale della Salute Digestiva avrà come tema l’obesità. 

Il 29 maggio si celebrerà la Giornata Mondiale della Salute Digestiva. Giunta alla 46/a edizione avrà come tema l’obesità. Darà il via ad una campagna di salute pubblica di un anno a livello mondiale. Enrico Piras, dirigente medico presso la UO Gastroenterologia del P.O., afferma che: il tasso medio regionale di sovrappeso (38%) rispetto alla media nazionale (41.9%). Sono 600.000 sardi sovrappeso, di cui oltre 160mila obesi.

“Un approccio scientifico appropriato all’obesità richiede necessariamente l‘integrazione di competenze multidisciplinari. Il gastroenterologo ha un ruolo fondamentale sia nel suggerire un corretto stile di vita e dietetico in prevenzione, sia per il trattamento. Quando si devono perdere 40-50 Kg dieta ed esercizio fisico, anche se associate a psicoterapia e farmaci possono non essere sufficienti. L’endoscopia bariatrica – osserva Piras- è una metodica mini-invasiva. Il rischio di complicanze è più contenuto rispetto alla chirurgia in modo facilmente reversibile e ripetibile nel tempo”.

Al momento tale approccio è disponibile in Sardegna solo presso il reparto di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva del Mater Olbia Hospital. Piras sostiene necessario implementare l’offerta regionale. Il trattamento efficace può rendere possibile l’effettuazione di interventi di chirurgia maggiore come il trapianto di fegato, in pazienti che altrimenti sarebbero esclusi per elevato rischio intraoperatorio”.

About Chiara Carboni

Studentessa presso l'Università di Cagliari - Beni Culturali e Spettacolo. Appassionata di cinema, arte e musica. Ogni tanto mi piace immergermi nelle meraviglie della nostra Terra.

Controlla anche

vela

Vela: a Villasimius arriva il campionato del mondo con la GC32 Racing.

A Villasimius il campionato di vela del mondo con la GC32 Racing, dal 15 al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *