Alexa Unica Radio
Alessio Cragno portiere Cagliari calcio

Calcio, il ruolo del portiere è il più difficile: ecco il perché

Oggi vi raccontiamo la storia di Alessio Cragno, portiere e giocatore che attraverso le sue parate, alcune strepitose, è riuscito nell’impresa di salvare un Cagliari dato per spacciato dopo l’esonero di Di Francesco, e probabilmente avrà anche la possibilità di essere convocato per gli Europei.

Il ruolo del portiere forse è il più difficile nel calcio perché a causa anche di un piccolo errore il risultato può essere compromesso, mentre subire un gol magari non influenza la vittoria della squadra contro cui è stato segnato ma può modificare la vincita di una schedina magari giocata a livello avanzato sfruttando l’ handicap asiatico, l’under e l’over o semplicemente pronosticato il risultato finale.Classe 1994, Cragno è un portiere affidabile e reattivo, sia tra i pali che nelle uscite e ha dimostrato di avere coraggio e personalità. Durante varie occasioni si è dimostrato capace di disinnescare i calci di rigore, indovinando il lato giusto nel quale buttarsi.

Tutte queste caratteristiche e i risultati ottenuto lo hanno fatto diventare uno dei pupilli dei tifosi che scherzosamente lo chiamano Uomo Cragno in onore del supereroe Marvel Spiderman. Dopo tutta la trafila nei settori giovanili  di club toscani (regione nella quale è nato visto che è originario di Fiesole), passa al Brescia club con il quale fa il suo esordio tra i professionisti nella stagione 2012-2013. L’anno successivo diventa il portiere titolare in Serie B disputando 30 partite.

Viene acquistato dal Cagliari il 12 luglio 2014 per una cifra inferiore ai 2 Milioni di Euro, che lo fa esordire in Serie A. La stagione però non va secondo le aspettative, lui perde il posto da titolare in favore di Brkic preso durante il mercato di riparazione e il club sardo retrocede.

L’anno seguente rimane in Serie B ma come secondo di Marco Storari fino a che non viene ceduto in prestito alla Virtus Lanciano in modo da avere la possibilità di giocare con una maggior continuità, visto che gli era stato promesso il posto da titolare.

Nonostante l’impegno e le ottime prestazioni il club abruzzese retrocede dopo aver perso i play-out contro la Salernitana, che riesce così a salvarsi.

Tornato nell’isola viene rigirato in prestito al Benevento e questa volta arrivano anche i risultati di squadra visto che il club vince i play off e ottiene una storica promozione nella massima serie che però giocherà da titolare con il Cagliari, club proprietario del suo cartellino.

Nella stagione 2017-2018 disputa 29 partite in Serie A riuscendo a tenere la porta inviolata in 7 occasione, permettendo così alla squadra di raggiungere il 16 posto che gli consente la salvezza. L’anno successivo le cose vanno ancora meglio visto che a fine stagione sarà il giocatore con più minuti disputati (3686 in totale) e il portiere che ha effettuato il maggior numero di parate (152). Inoltre vince il premio di miglior portiere della Serie A e viene inserito anche nella top 11 dei vari campionati europei come media voto legata al rendimento.

Il ruolo nel club del Cagliari Calcio

Rinnova il contratto con il Cagliari fino al 2024 prima di infortunarsi alla spalla durante un’amichevole contro i turchi del Fenerbahce nell’agosto del 2019.

Viene operato e così può tornare in campo solo alcuni mesi dopo, precisamente nel gennaio del 2020 esordendo in campionato contro l’Inter. Contando lo stop delle varie manifestazioni dovuto alla pandemia risulta l’estremo difensore che ha effettuato più parante nei diversi campionati europei ( al fine della statistica sono considerati solo i Top 5).

Anche nella stagione appena conclusa ha sfoderato ottime prestazioni e chissà che per questo motivo non possa ricevere un offerta che lo porti in una squadra che possa giocare per obiettivi più prestigiosi rispetto alla salvezza, anche se in Sardegna si trova molto bene.. Attualmente il suo valore di mercato è intorno ai 20 Milioni di euro, e sulle sue tracce sembrano esserci Fiorentina, Inter e Lazio. 

La maglia azzurra

Con la maglia azzurra  dopo la trafila con le varie formazioni giovanili della nazionale, con l’Under 21 ha disputato anche un europeo di categoria come vice di Donnarumma,  ha esordito sotto la gestione di Roberto Mancini, durante un’amichevole contro la Moldavia, nell’ottobre 2020,entrando dalla panchina.

Nel calendario internazionale pre europei è previsto un match contro San Marino che si disputerà proprio nello stadio del Cagliari e chissà che quella non sia l’occasione giusta per giocare per la prima volta da titolare.

About Redazione

Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

Ambiente e inclusione, manifesto etico per il Cagliari Calcio

La nuova carta dei rossoblu sui valori da seguire: Uguaglianza, inclusione, sostenibilità. Saranno i tre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *