Alexa Unica Radio
borsa scolastica

Le scadenze Erasmus+ si avvicinano: Online le risorse per fare domanda

Si avvicinano le scadenze del Programma Erasmus+ per l’azione chiave 1 e l’azione chiave 2, rispettivamente tra l’11 maggio e il 20 maggio prossimi.

Per sostenere tutti i candidati nel percorso verso la presentazione delle domande per la mobilità e la cooperazione, Erasmus+ ha realizzato la sezione ad hoc “Programma 2021” (link), a cui si può accedere anche dalla homepage del situ ufficiale (link).

All’interno di quest’area è possibile trovare le schede sintetiche per tutti gli ambiti che compongono il Programma Erasmus+. Quindi scuola, università, educazione degli adulti, formazione professionale e gioventù.

Non solo, sempre in questa sezione sono disponibili la documentazione dei webinar e le slide utilizzate, i podcast audio e le registrazioni video. Per gli ambiti scuola ed educazione degli adulti sono inoltre presenti anche le domande frequenti per l’azione chiave 1. Mentre saranno di prossima pubblicazione le FAQ per l’azione chiave 2.

Per le Disposizioni nazionali del Ministero dell’Istruzione, Autorità nazionale Erasmus+ 2021 per i settori scuola ed educazione degli adulti cliccare qui (dove si potranno scaricare tutti i documenti utili).

Info progetto

Parliamo del primo bando della nuova programmazione dai numeri importanti, oltre 26 miliardi di euro (quasi il doppio dello scorso settennato) così ripartiti: Istruzione e formazione 2153,1 milioni; Gioventù 244,7 milioni; Sport 41,7 milioni; Jean Monnet 14 milioni. Oltre 24 miliardi sono disponibili nel capitolo di bilancio del MFF 2017-2021. E ulteriori 2,2 miliardi provengono dallo strumento di cooperazione NDICI – Neighbourhood, Development and Cooperation Instrument.

Il 30% del budget andrà a sostenere progetti e politiche di cooperazione e scambio di pratiche. Consentendo agli attori chiave di fare un uso migliore delle nuove tecnologie, sviluppare l’insegnamento, la formazione e l’apprendimento di metodi innovativi.

Il nuovo Erasmus, che introduce anche la mobilità individuale degli studenti e dei discenti adulti, prevede come temi prioritari l’inclusione, la trasformazione digitale, la transizione ecologica, la partecipazione alla vita democratica.

A chi è rivolto il bando?

In generale, il bando si rivolge a qualsiasi organismo pubblico o privato attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport.  Tuttavia, per ogni singola azione sopra indicata sono ammissibili organismi ben specificati (tornare alla Guida al Programma – link).

Inoltre, i gruppi di giovani attivi nell’animazione socio-educativa, non necessariamente nel contesto di un’organizzazione giovanile, possono presentare candidature per la mobilità ai fini dell’apprendimento dei giovani e degli animatori giovanili e per partenariati strategici nel settore della gioventù.

Per la presentazione e valutazione delle proposte di progetto si prevede, a seconda dell’azione, una procedura decentrata o centralizzata. Le azioni di ERASMUS+ sono infatti distinte in azioni decentralizzate e azioni centralizzate. Le prime vengono gestite a livello nazionale dalle Agenzie nazionali dei Paesi partecipanti al programma; le seconde, invece, vengono gestite a livello europeo dall’Agenzia esecutiva EACEA. La “Guida al programma” dettaglia per ogni azione la procedura a cui è soggetta.

 

About Ilaria Atzei

Mi chiamo Ilaria e frequento l'ultimo anno della triennale di Beni Culturali e Spettacolo dell'Università di Cagliari.

Controlla anche

Erasmus+ celebra la Festa dell’Europa

Per celebrare la Festa dell’Europa l’Agenzia Erasmus+ organizza lunedì 10 maggio alle 14:30 un’edizione straordinaria del “Caffè …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *