Janas
monete

Accesso al credito con nubi per le imprese sarde per il 2021

Nel 2021 il 40% delle imprese sarde rischia di avere gravi problemi di liquidità. Ciò è quanto emerge dal dossier di Cna sull’andamento del credito.

Così, il dossier di Cna sull’andamento dei prestiti nell’isola segna, nel 2020, una stagnazione dell’0,4% del credito nell’isola rispetto al 2019. Secondo l’organizzazione artigiana, a dicembre 2020 il volume complessivo del credito erogato alle imprese sarde è stato pari a 9,35 miliardi di euro. Si tratta di una delle percentuali più alte in Italia, seconda solo a quella registrata in Calabria. Rispetto al 2016, la disponibilità di credito si è ridotta di oltre 2,7 miliardi di euro. Il livello minimo si è registrato nell’ultimo trimestre 2019 con 8,8 miliardi, mentre dal 2020 i prestiti erogati hanno riiniziato a crescere.

Nella seconda metà del 2020 le imprese più piccole hanno registrato un incremento dei prestiti del 7,7% rispetto al periodo luglio-dicembre 2019. Ciò a fronte di un incremento inferiore al 3% registrato dalle imprese più grandi. A fine 2020 la stagnazione complessiva del credito (appunto un -0,4% sul 2019) è la risultanza di un aumento del 3% dei prestiti a favore delle piccole imprese. In questo caso, a fronte di una riduzione del 2% di quello per i soggetti più strutturati.

L’incremento più significativo è riferito alle microimprese a conduzione familiare con meno di 5 addetti (+ 10% rispetto al 2019). Le imprese di costruzione hanno avuto un calo dei prestiti quasi del 13%. Per cui, il credito riferito alle imprese più grandi registra un crollo del 15%, mentre per quelle a conduzione familiare c’è stato un incremento del 2,7%.

“Il protrarsi degli effetti della pandemia e delle restrizioni sulle attività economiche pone il problema della sostenibilità e della continuità aziendale. In assenza di una proroga delle garanzie e delle moratorie, di una nuova iniezione di liquidità e di un allungamento dei termini di restituzione dei debiti contratti, produrrà l’uscita dal mercato di migliaia di imprese. È necessario che la Regione, istituisca un fondo apposito dedicato a finanziare con interventi di piccolo taglio (fascia entro 50 mila euro) i bisogni di liquidità delle migliaia di imprese sarde che non trovano risposta nel Fondo Emergenza Imprese”. Questo è quanto affermano Pierpaolo Piras e Francesco Porcu, rispettivamente presidente e segretario regionale della Cna Sardegna.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Ilaria Atzei

Ilaria Atzei
Mi chiamo Ilaria e frequento l'ultimo anno della triennale di Beni Culturali e Spettacolo dell'Università di Cagliari.

Controlla anche

120302602 7150d294 3945 4715 be36 2e3fb767ba94

Pillola anti Covid: adesso pensiamo a un nuovo farmaco

Pfizer sta ora pensando alla realizzazione di un nuovo farmaco: una pillola vaccinale anti-Covid che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *