Janas

Ue, transizione clima 2050: accordo su nuovo strumento

Raggiunto un accordo provvisorio tra presidenza del Consiglio e Parlamento Europeo. L’accordo prevede un nuovo strumento di prestito che favorirà la transizione verso un’economia climaticamente neutra.

La presidenza del Consiglio e i negoziatori del Parlamento europeo hanno raggiunto oggi un accordo provvisorio su un nuovo strumento di prestito del settore pubblico. Esso dovrà sostenere la transizione verso un’economia climaticamente neutra nell’UE in modo inclusivo.

Lo strumento andrà a vantaggio delle regioni più colpite dalla transizione verso gli obiettivi climatici dell’UE per il 2030 e l’obiettivo della neutralità climatica dell’UE entro il 2050, come le regioni ad alta intensità di carbone e carbonio. Sosterrà un’ampia gamma di progetti di investimento sostenibile che rispondono alle esigenze di sviluppo di queste regioni derivanti dalla transizione climatica. Ciò include progetti in settori quali energia e infrastrutture di trasporto, reti di teleriscaldamento, misure di efficienza energetica e infrastrutture sociali. Il meccanismo per una transizione giusta aiuterà le comunità vulnerabili a fare il salto verso l’energia pulita.

Lo strumento fornirà 1,5 miliardi di euro di sovvenzioni dal bilancio dell’UE combinato con un massimo di 10 miliardi di euro di prestiti forniti dalla Banca europea per gli investimenti (BEI). Insieme, questi dovrebbero mobilitare fino a 25-30 miliardi di euro in investimenti a beneficio delle regioni interessate. Lo strumento può essere esteso anche per finanziare partner diversi dalla BEI a determinate condizioni. Per garantire la mobilitazione di investimenti aggiuntivi, saranno ammissibili solo i progetti che non generano un flusso sufficiente di entrate proprie.

I criteri della presidenza del Consiglio

Ecco quali sono i criteri fissati dalla presidenza del Consiglio e dai negoziatori del Parlamento europeo: per garantire che tutti gli Stati membri possano beneficiare della componente di sovvenzione, le dotazioni nazionali saranno stanziate fino alla fine del 2025. Dopo tale data, le risorse rimanenti disponibili per la componente di sovvenzione saranno fornite su base competitiva a livello dell’UE. Nel caso in cui non ci siano risorse sufficienti per sostenere i progetti ammissibili, i criteri di aggiudicazione dovrebbero dare la priorità ai progetti situati nelle regioni meno sviluppate, ai progetti che contribuiscono direttamente agli obiettivi climatici dell’UE e ai progetti promossi da enti pubblici che hanno approvato i piani di decarbonizzazione.

La dotazione per il sostegno consultivo per la preparazione, lo sviluppo e l’attuazione dei progetti ammissibili è stata aumentata a 35 milioni di euro. Almeno 10 milioni di euro di queste risorse sosterranno la capacità amministrativa dei beneficiari. In particolare nelle regioni meno sviluppate, attraverso il polo di consulenza istituito nell’ambito di InvestEU. Per le regioni meno sviluppate, l’importo massimo della sovvenzione fornita nell’ambito dello strumento sarà aumentato al 25% dell’importo del prestito.

Lo strumento non sosterrà le attività escluse dall’ambito del sostegno nell’ambito del Fondo per una transizione giusta. Ciò include investimenti relativi a centrali nucleari, prodotti del tabacco e combustibili fossili. Durante la preparazione, l’attuazione e la valutazione dei progetti ammissibili, dovrà essere rispettata una serie di principi orizzontali. Ciò include il rispetto dei diritti fondamentali, in particolare l’uguaglianza di genere e la non discriminazione. Gli obiettivi dello strumento saranno inoltre perseguiti in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, il pilastro europeo dei diritti sociali, il principio “chi inquina paga”, l‘accordo di Parigi sul clima e il principio “non fare danni significativi”.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Mattia Atzeni

Amo addentrarmi negli infiniti universi creati dal Cinema. Respiro agonismo seguendo e praticando vari sport. Amo la musica vintage e lo stile retrò.

Controlla anche

WWF4 Franco Andaloro

WWF YOUng: il viaggio nella pesca sostenibile con Franco Andaloro

WWF Italia, sezione YOUng: l’importanza di tutta quella categoria di lavori che si occupa della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *