Alexa Unica Radio
c68fe37876d349aab6e65714361d335b L
c68fe37876d349aab6e65714361d335b L

Jaguar I-PACE, le auto elettriche del futuro

Jaguar I-PACE, l’elettrica in total black che segna la transizione per il futuro: vincitrice di 88 premi automobilistici.

Le vincitrici in tutto il mondo

 Vincitrice di 88 premi automobilistici in tutto il mondo tra cui il triplice riconoscimento nel 2019 di World Car of the Year, World Car Design of the Year e World Green Car, la I-PACE rappresenta anche il modello precursore delle Jaguar di domani. A partire da 2025 Jaguar si rinnoverà completamente, diventando un brand di lusso interamente elettrificato, con un portfolio di prodotti caratterizzati da design e tecnologie di prossima generazione. La I-PACE si è appena rifatta il look per la “sera” in total black accentuando il suo aspetto contemporaneo con le finiture in nero lucido e i cerchi da 20 pollici a cinque razze.

Julian Thomson, Jaguar Design Director

Julian Thomson, Jaguar Design Director, ha dichiarato: “L’incredibile profilo cab-forward, gli sbalzi ridotti, le tese e muscolose fiancate della I-PACE donano a chi la osserva un senso di spettacolarità che le consente di distinguersi da tutti gli altri SUV. Il concepimento dell’esclusiva I-PACE Black ci ha dato l’opportunità di migliorare in modo discreto il design dell’auto, rendendolo ancora più dinamico, distintivo e affascinante.” – 

Descrizione

La prima Jaguar elettrica è una confortevole crossover con il piglio da coupé, spinta da due motori a corrente da 200 CV ciascuno: uno muove le ruote anteriori, l’altro quelle posteriori. Ad alimentarli sono le batterie agli ioni di litio (garantite otto anni o 160.000 km) montate sotto il pavimento dell’abitacolo, che promettono fino a 470 km di autonomia. Una volta esaurite, si possono rigenerare collegando il cavo in dotazione all’attacco nel parafango anteriore sinistro: da una presa 220 V e con 7 kW richiedono 13 ore per la rigenerazione completa.

La ricarica rapida

Invece, a un punto di ricarica rapida da 100 kW, in 40 minuti gli accumulatori raggiungono l’80% dell’efficienza. Nonostante la sinuosa carrozzeria l’abitacolo è spazioso (un po’ meno il baule): sul divano si sta bene pure in tre. Scenografica e chiara la strumentazione digitale e di buona qualità le finiture; tuttavia, qualche dettaglio, come le tasche delle porte prive di rivestimento morbido, è trascurato. Ricco il sistema multimediale a due schermi sovrapposti e dotato di Android Auto e Apple CarPlay, anche se manca la piastra per la ricarica wireless e la risposta al tocco non è sempre immediata.

Nella guida

Nella guida basta poco tempo per acquistare dimestichezza con il sistema (disattivabile) che, una volta rilasciato l’acceleratore, rallenta rapidamente la I-Pace recuperando al massimo l’energia, trasformandola in corrente e immagazzinandola nelle batterie: permette di muoversi semplicemente dosando “il gas”, riducendo al minimo l’uso del pedale del freno. Se dotata di sospensioni pneumatiche la Jaguar I-Pace ha un’agilità sorprendente per un’auto pesante oltre 2200 kg. A rendere perfino divertente la guida contribuiscono lo sterzo diretto e la spinta decisa, quanto istantanea, dei motori elettrici. Validi insonorizzazione e assorbimento, a patto di non “esagerare” con la misura dei cerchi: con quelli di 22” le asperità più marcate non sono filtrate al meglio.

About Maria Francesca Canu

Mi chiamo Maria Francesca Canu, ho vent'anni e frequento il terzo anno del corso di scienze della comunicazione a Cagliari Sono nata Nuoro, ma vivo a Cagliari, una città che amo. Mi piace leggere e adoro le materie umanistiche, amo viaggiare. Nel tempo libero mi dedico all'equitazione, una passione nata fin da piccola. Il mio moto è "tu sei il tuo unico limite"

Controlla anche

conferenza

Conferenza sul futuro dell’Europa: Uniss protagonista

Le tematiche ecologiche sono al centro dell’agenda della conferenza sul futuro dell’Europa, dove l’Università di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *