Janas

Vacanze in sicurezza, in spiaggia stesse regole del 2020

L’estate 2021 sarà la seconda in piena epidemia di Coronavirus. Il governo orientato verso la conferma delle stesse misure anti-contagio della scorsa stagione per favorire le vacanze in sicurezza.

Tempo di ripensare alle vacanze in sicurezza. Nella seconda estate in cui l’Italia – e gran parte del mondo – è ancora alle prese con l’epidemia da Coronavirus. Il governo prova a tenere in equilibrio le attività balneari, che hanno bisogno di esercitare per non peggiorare ulteriormente il loro volume d’affari. L’esigenza rimane quella di tutelare la salute della collettività nel corso della pausa estiva dal lavoro.

Il mare resta la meta più ambita per italiani e turisti. Ma come tornare in spiaggia senza vivere con l’ansia di essere contagiati? Come evitare il rischio di andare incontro a una nuova impennata dei casi positivi come accaduto lo scorso anno, quando l’allentamento delle misure è stato inteso come un “liberi tutti”? Per l’esecutivo, che in questi giorni ha ripreso in mano il dossier, sarà sufficiente adottare di nuovo le stesse misure anti-Covid decise per la scorsa stagione balneare.

Le dichiarazioni del tavolo interregionale

Ad averlo reso noto è stato il coordinatore del tavolo interregionale sul Demanio e assessore ligure Marco Scajola. Lo ha fatto alla fine di un vertice con le Regioni sulle linee guida per l’inizio della stagione balneare della prossima estate 2021. Stando a quanto riportato dal ministro del Turismo Massimo Garavaglia, sono esattamente queste le linee “da cui ripartire”. “Lo scorso anno come Regioni avevamo lavorato per realizzare linee guida che il governo recepì – ha detto Scajola – e che non ha mai visto spiagge chiuse per Covid. Dunque – ha affermato – noi per l’estate 2021 ripartiamo da lì”.

Il coordinatore del tavolo interregionale sul Demanio ha poi evidenziato la forte “unione tra Regioni che, al di là del colore politico, fanno squadra per affrontare al meglio la situazione che abbiamo di fronte, che coinvolge economia, turismo e sicurezza”. Previsto per oggi anche l’incontro con tutte le associazioni di categoria per metterle al corrente delle decisioni prese nelle ultime ore.

Stando alle misure anti-Covid in vigore l’estate scorsa, tra un ombrellone e l’altro deve esserci una distanza di almeno 4,5 metri, è necessario prenotarsi per accedere agli stabilimenti balneari, sono vietati i party in spiaggia, ed è necessario igienizzare costantemente le superfici utilizzate dai bagnanti (come sdraio o tavolini) e gli spazi comuni in generale. E sempre nella giornata di oggi va avanti la discussione sul cosiddetto “pass” che consentirà alle persone vaccinate o negative al virus di spostarsi tra regioni rosse e arancioni in sicurezza.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Mattia Atzeni

Amo addentrarmi negli infiniti universi creati dal Cinema. Respiro agonismo seguendo e praticando vari sport. Amo la musica vintage e lo stile retrò.

Controlla anche

messaggistica

WhatsApp, le nuove regole per la privacy. Ecco che cosa cambia

La popolare app di messaggistica non cancellerà gli account di chi non accetta la nuova …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *