Janas
live concert 455762 1920
live concert 455762 1920

Covid, prove di normalità in Gran Bretagna: concerto con 5mila persone

Dopo lunghi mesi di lockdown e restrizioni la Gran Bretagna è pronta a ripartire. Negozi, pub e ristoranti sono già tornati in campo, adesso è il turno di intrattenimento e spettacolo

Il 2 maggio a Liverpool si terrà un concerto all’insegna della “normalità”, il primo previsto dal progetto studiato dal Governo britannico per far ripartire i grandi eventi. Lo spettacolo si terrà a Sefton Park, in Gran Bretagna, parco che potrebbe ospitare 7500 persone ma che ne ospiterà solo 5000 date le circostanze. Dopo tanto tempo sarà possibile godersi una serata di musica dal vivo senza il bisogno di indossare mascherine o di mantenere il distanziamento sociale.

In che modo? Tutti i partecipanti dovranno effettuare un test negativo al Covid19 prima di recarsi all’evento. All’entrata e all’uscita ogni individuo effettuerà un test rapido che dovranno certificarne la negatività, in tal modo si monitorerà l’andamento dell’esperimento. All’ingresso del parco verrà allestito un centro apposito in cui effettuare i test che garantiscono un risultato entro 30 minuti. I partecipanti dovranno inoltre fornire i loro dettagli di contatto al sistema sanitario nazionale (Nhs) in caso di un’eventuale risultato positivo al test.

stage 336695 1920

Ospite dell’evento la band indie rock britannica dei Blossoms, già discretamente affermata nel panorama inglese e ancora emergente nel resto del mondo. Il ministro della cultura Oliver Dowden ha affermato che un esito positivo dell’esperimento potrebbe agevolare il ritorno alla normalità anche nel campo degli eventi live. 

Prossimo evento in programma per testare la possibilità di un ritorno alla normalità per la Gran Bretagna è la semifinale di FA Cup (la Coppa nazionale di calcio inglese). La partita tra Leicester City e Southampton si terrà al Wembley Stadium di Londra; l’ingresso sarà consentito a quattromila persone.

In cerca di soluzioni per raggiungere un solo obiettivo: tornare alla normalità 

Un esperimento simile si è tenuto a Barcellona la settimana scorsa. A differenza di quanto previsto per Liverpool, si è optato per un concerto al chiuso. Il numero dei partecipanti era di 5000, come previsto per la Gran Bretagna. Questi ultimi avevano svolto un test antigenico prima dell’evento e hanno dovuto indossare una mascherina ffp2 durante il live. 

Già a fine marzo l’Olanda ha svolto un esperimento con lo scopo di individuare una soluzione per garantire il ritorno alla vita notturna. Allo Ziggo Dome, la più grande arena musicale di Amsterdam, 13000 ragazzi hanno ballato per tutta la notte. I giovani venivano in cinque “bolle” da duecentocinquanta persone, più una da cinquanta persone. Ad ognuna di queste “bolle” sono erano imposte regole diverse, in modo da poter valutare quali fossero le misure più efficaci. Tutti coloro che hanno partecipato all’evento avevano un certificato di negatività eseguito 48h prima e sono stati sottoposti ad un ulteriore test all’entrata. Dopo cinque giorni il test è stato effettuato nuovamente.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Roberta Sissa

Roberta Sissa
Sin da piccola ho una passione per la scrittura e una curiosità incolmabile. Sono affascinata dall'arte, dalla cultura e dal pensiero dell'uomo rispetto a ciò che si trova davanti. Sogno un giorno di poter essere la voce che accompagna le persone a lavoro o dà loro la possibilità di staccare dopo una lunga giornata e spero che questo sia solo l'inizio di un lungo percorso.

Controlla anche

covid

COVID: la Sardegna, frena campagna vaccinazione

Vaccinazione anti-Covid in calo per l’isola In Sardegna si registra un calo nel ritmo della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *