Janas
Cagliari calcio

Calcio: il Cagliari vince contro il Parma, ma ora mancano solo a 7 partite

Dopo la vittoria di ieri con il Parma, per il Cagliari la più difficile da raggiungere rimane quella col Torino: ha una partita in meno e negli scontri diretti ha un vantaggio abissale sulla differenza reti.

Le altre squadre da battere sono Fiorentina e Benevento. Ma c’è una condizione inderogabile: il Cagliari deve batterle tutte e due. Con i viola in teoria servirebbero due reti di scarto anche in questo caso per superare una differenza reti che vede ora come ora i toscani sopra con sei goal in meno al passivo. Due scontri in rapida successione, il 9 e il 12 maggio. Altra condizione: il Cagliari deve arrivare a quelle gare ancora vivo.

E qui si riparla di presente. E delle prossime due gare ravvicinate con Udinese e Roma. Quasi un percorso a difficoltà crescente. Mercoledì c’è l’Udinese al Friuli: la squadra di Gotti è comodamente al centro della classifica e aspetta solo di raccogliere quei tre quattro punti che le mancano per avere anche il conforto della salvezza certa. Nelle ultime sfide sta andando su e giù: ha battuto sabato il Crotone, ma nel turno precedente aveva perso in casa con il Torino.

Se vuole continuare a sperare, il Cagliari deve proprio seguire la strada del Toro: non solo battendo i bianconeri, ma anche ripetendo l’impresa di ieri di Belotti e compagni con la Roma, a Cagliari il 25 aprile, distratta dall’Europa League. Anche perché poi, prima di Fiorentina e Benevento, i rossoblu saranno al Diego Maradona di Napoli.

La possibile spinta per affrontare questa corsa a ostacoli di sette giornate? Il gol di Cerri che ha consentito al Cagliari di battere il Parma a pochi secondi dalla fine. Una gara che per i tifosi ha molte analogie con un Cagliari Napoli di tredici stagioni fa. Anche in quell’occasione i rossoblu in piena zona retrocessione erano sotto di un gol al novantesimo. Ma poi ribaltarono la situazione con il pareggio di Matri e il gol vittoria di Conti. Di testa come quello di Cerri. Per l’attuale allenatore del Genoa Ballardini fu la prima vittoria della sua carriera in A. E per il Cagliari fu l’inizio di una rincorsa terminata con la salvezza. La differenza? Allora c’erano ancora diciotto partite da giocare, ora ne mancano solo sette.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Ilaria Atzei

Ilaria Atzei
Mi chiamo Ilaria e frequento l'ultimo anno della triennale di Beni Culturali e Spettacolo dell'Università di Cagliari.

Controlla anche

joao pedro

Cagliari-Fiorentina, una vittoria mercoledì per la salvezza matematica

Se il Cagliari batte la Viola e il Benevento non vince a Bergamo, è salvezza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *