Janas
moscow 1556561 1920
moscow 1556561 1920

Navalny: L’UE chiede alla Russia di concedergli una visita medica

L’Unione europea è preoccupata per le notizie secondo cui la salute del politico dell’opposizione russa Alexei Navalny nella colonia penale continua a peggiorare ulteriormente.

“Chiediamo alle autorità russe di garantirgli l’accesso immediato ai professionisti medici di cui si fida. Si legge in una nota del Consiglio Ue; Le autorità russe sono responsabili della sicurezza e della salute dell’onorevole Navalny nella colonia penale; di cui teniamo conto.

In seguito ai chiari messaggi trasmessi durante la visita dell’Alto Rappresentante a Mosca a febbraio in merito alla situazione del signor Navalny; l’UE continuerà a chiedere il suo rilascio immediato e incondizionato poiché consideriamo la sua condanna politicamente motivata; e in contrasto con l’umano internazionale della Russia obblighi di diritti. A questo proposito, ci aspettiamo anche che la Russia adempia ai suoi obblighi ai sensi della Convenzione europea dei diritti dell’uomo, compreso il rispetto del provvedimento provvisorio della Corte europea dei diritti dell’uomo per quanto riguarda la natura e l’entità del rischio per la vita di Navalny.

L’Unione europea ha condannato l’avvelenamento di Navalny con la massima fermezza e ha imposto sanzioni nell’ottobre dello scorso anno a sei alti funzionari russi; e un’entità coinvolta nel tentativo di omicidio. Inoltre, in base al suo regime globale di sanzioni sui diritti umani, l’UE ha imposto sanzioni a quattro persone a febbraio per il loro ruolo nell’arresto arbitrario, nell’azione penale e nella condanna di Navalny.

Il caso Navalny non è un incidente isolato, ma conferma un modello negativo di contrazione dello spazio per l’opposizione, la società civile e le voci indipendenti nella Federazione Russa”;

L’Unione europea, ha comunicato che continuerà a invitare la Russia a indagare con urgenza sul tentativo di assassinio per avvelenamento nei confronti di Navalny; in piena trasparenza e senza ulteriori indugi, e a cooperare pienamente con l’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) garantire un’indagine internazionale imparziale.
L’Unione europea tornerà sulla questione durante la prossima riunione dei ministri degli esteri dell’UE lunedì 19 aprile.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Camilla Bruno

Camilla Bruno
Nel 2014 mi sono diplomata in flauto traverso al Conservatorio, attualmente frequento la facoltà di Beni Culturali e Spettacolo, e dal 2018 insegno musica privatamente. Sono appassionata di cinema di musica e di arte. Oltre all’esperienza nella gestione social di realtà come il Cineclub FEDIC di Cagliari, negli ultimi anni ho approfondito i miei studi nel campo degli audiovisivi e del mercato dell’arte. Attualmente sono l'amministratrice del progetto di art management Visual Scout.

Controlla anche

biogas 2919235 1280

Biogas, in UE un potenziale di 142 TWh all’anno dalle acque reflue

In Europa c’è un potenziale nascosto di 14mila tonnellate all’anno di biogas pari a 142 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *