Janas

Cagliari, clamoroso 4-3 contro il Parma

Clamorosa rimonta dei rossoblù che vincono l’anticipo di Serie A con un clamoroso 4-3 inflitto al Parma. Tre punti fondamentali per la squadra di Semplici. Ora i sardi credono nella salvezza.

Il Cagliari può crederci ancora, mentre il Parma è ad un passo dal baratro. Si trattava di autentico scontro salvezza tra terzultima e penultima, 4-3 finale per i sardi al termine di un match folle. Emiliani avanti due volte con altrettanti gol di scarto, rossoblù che riemergono e rimontano nei minuti di recupero. È successo di tutto alla Sardegna Arena, ma dopo il risultato finale è la classifica a pesare tantissimo: la squadra di Semplici stacca i rivali penultimi, fermi a 20 punti, portandosi a -2 dal Torino (che ha però una partita in meno). Interrotta dal Cagliari una striscia di 4 sconfitte di fila, ossigeno puro per chi può ancora sperare nella permanenza in Serie A. Dopo la 31^ giornata, invece, probabilmente l’ennesima rimonta incassata dal Parma può costare la categoria.

La cronaca della gara

Nessuna novità per Semplici rispetto all’undici battuto dall’Inter: si va dal tandem Joao Pedro-Pavoletti alla conferma di Zappa sulla destra e di Carboni in difesa. Qualche ritocco invece per D’Aversa tra assenze e la squalifica di Gagliolo: c’è Cornelius (e non Pellè) nel tridente dove manca anche Gervinho dall’inizio. Kucka scala davanti e libera un posto a Grassi in mediana, dietro le new entry sono Laurini e Osorio. Meglio gli emiliani che passano già al 5’: il sinistro al volo è di Pezzella, battuta che non lascia scampo a Vicario e gli riserva il suo primo gol in Serie A. La reazione del Cagliari è tutta nel tiro dalla distanza di Marin, ma è lo stesso Pezzella a sfiorare il bis personale. Il laterale del Parma resta protagonista anche al 25’, quando tocca col braccio in area il cross di Zappa: Valeri prima assegna il rigore ai sardi, penalty annullato dopo l’intervento del Var. E alla mezz’ora il Parma fa 2-0, guizzo di Kucka che raccoglie la spizzata di Cornelius e non sbaglia. Nel momento peggiore ecco l’orgoglio dei rossoblù, che accorciano con Pavoletti di testa sul cross di Carboni.

Emozioni e occasioni che non mancano nemmeno dopo l’intervallo: s’inizia con le offensive del Cagliari, frenate da Sepe e dall’imprecisione nel caso di Marin. Dall’altra parte chi non sbaglia è Man, break sulla trequarti e sinistro da fuori area che sorprende Vicario. Semplici ritocca coi cambi e accorcia nuovamente con Marin, destro preciso e imparabile per Sepe. Joao Pedro sfiora di testa il 3-3, Kurtic si divora invece il 4-2 in area piccola. D’Aversa si copre per resistere all’assalto finale dei padroni di casa, ma nel finale crolla: Pavoletti manca il bersaglio di testa, lo trova invece il neoentrato Pereiro con uno splendido sinistro a giro. Finita qui? Manco per idea: al 94’ è un altro innesto dalla panchina, Cerri, a trovare di testa il pesantissimo 4-3 sul cross di Pereiro. E il Cagliari crede ancora nella salvezza.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Mattia Atzeni

Mattia Atzeni
Amo addentrarmi negli infiniti universi creati dal Cinema. Respiro agonismo seguendo e praticando vari sport. Amo la musica vintage e lo stile retrò.

Controlla anche

Leonardo Semplici allenatore del Cagliari

Cagliari, Semplici: “Partita difficilissima, ma dobbiamo mettere in campo idee e qualità”

L’allenatore del Cagliari parla della sfida con il Napoli Il Mister ha parlato oggi alle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *