Alexa Unica Radio
molentargius

Alla scoperta dell’oro bianco di Molentargius – Le Saline

Al fine di incentivare la ripresa delle attività educative, ludiche e ricreative dei bambini e dei ragazzi, l’associazione Artisti Fuori Posto dà il via al progetto “Alla scoperta dell’oro bianco di Molentargius – Le Saline”.

L’emergenza coronavirus e le restrizioni imposte dalle misure di contrasto attuate nel paese, hanno influito particolarmente sulle vite e le relazioni sociali dei cittadini più giovani. Al fine di incentivare la ripresa delle attività educative, ludiche e ricreative dei bambini e dei ragazzi, l’associazione Artisti Fuori Posto dà il via al progetto “Alla scoperta dell’oro bianco di Molentargius – Le Saline”. Questo avrà luogo a partire da Aprile e fino a Settembre. Il progetto è inserito all’interno del programma “EduCare” e finanziato dal Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nasce per esplorare e riscoprire il patrimonio culturale, storico e paesaggistico del territorio legato alle saline di Molentargius. Attorno ad esse si affacciano i comuni di Cagliari, Quartu Sant’Elena, Quartucciu e Selargius.

Laboratori artistici gratuiti

Con tale obiettivo verranno attivati quattro laboratori artistici gratuiti (Recitazione, Cinema, Sceneggiatura e Fotografia). Essi coinvolgeranno giovani dagli 8 ai 17 anni che coopereranno nella produzione di una docufiction e una mostra fotografica dedicati alla storia e alle vicende legate al territorio delle Saline di Molentargius. Questo lavoro sarà possibile prazie dati storici sulle Saline di Molentargius rilevati grazie all’Archivio di Stato di Cagliari. La docufiction e la mostra fotografica vedranno la loro presentazione al pubblico a fine Settembre nell’edificio Sali Scelti dell’Ente Parco di Molentargius.

L’importanza e la necessità di mettere in atto questo progetto si inserisce nel difficile periodo storico che stiamo vivendo. Esso ha contribuito a creare una maggiore consapevolezza dell’importanza dei rapporti umani. Per mesi ci siamo ritrovati lontani, ma abbiamo cercato la vicinanza dell’altro attraverso la tecnologia. Per tanti è stata la scoperta di un nuovo significato della parola “comunità”. È poi avvenuto spontaneamente che l’arte si sia proposta come strumento in grado di unire tutti, grandi e piccini. Inoltre essa è in grado di far sognare e sperare. Le arti insegnano, ci aiutano a comprendere il mondo e ci stimolano a ridisegnarlo migliore.

About Barbara Mancosu

Studentessa in Beni Culturali e Spettacolo

Controlla anche

Missing Sassari 3

Missing, anche in Sardegna troppi giovani adescati e scomparsi

Nel secondo convegno a tema promosso a Sassari dall’associazione Ammentu, i relatori hanno messo in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *