Janas

Il MaraBadminton è la prima storica squadra sarda in Serie A

La società di Maracalagonis sarà la prima squadra sarda a partecipare alla massima serie nazionale di Badminton. Per il MaraBadminton, il grande risultato arriva dopo un progetto di 4 anni che ha coinvolto scuola e università.

La nostra Isola avrà per la prima volta una società che farà parte del massimo campionato nazionale di Badminton. Una disciplina che storicamente non fa parte della tradizione sportiva del nostro paese. Basti pensare che in Italia (e in Sardegna in particolare) ci sono difficoltà addirittura nell’espansione di discipline ben più famose come basket e pallavolo. Il MaraBadminton dovrà essere l’esempio di come sia possibile incentivare lo sviluppo di realtà sportive di nicchia.

La cultura italiana è prevalentemente “calciocentrica“. Per molte persone è difficile immaginare realtà professionistiche (o comunque di alto livello) che non riguardino il calcio. Se da un lato il romanticismo passionale italico viene visto come una spinta, dall’altro talvolta si trasforma in un ostacolo ideologico e culturale. Per lo sviluppo di sport meno famosi è necessario che i ragazzi vengano affascinati da queste nuove discipline. Solo allora si sviluppa di conseguenza l’interesse che conduce a praticare quella determinata disciplina. Ma in un paese che mette solamente il calcio al centro di qualunque trasmissione sportiva, su qualunque media, tutto ciò diventa complicato.

Ecco dunque che il risultato del MaraBadminton acquisisce ancora più valore. La società ha creduto in un progetto ambizioso e ha investito competenze e denaro in un settore sportivo particolarmente di nicchia. L’ambizioso traguardo raggiunto ripaga gli anni di duro lavoro. La speranza è dunque quella di vedere altri progetti simili. Lo sport sardo (e nazionale) merita nuove realtà ambiziose che sappiano coinvolgere i ragazzi, offrendo nuove interessanti possibilità.

Il progetto dell’Ufficio scolastico regionale

download 1
Il logo della società

Il grande risultato arriva dopo 4 anni di lavoro condotti dall’Ufficio scolastico regionale. Il progetto ha coinvolto la scuola e l’Università. La prima ha contribuito fornendo l’elemento più importante: i ragazzi. La seconda, tramite la formazione degli studenti di scienze motorie, ha permesso la preparazione di tecnici e allenatori. Il comune di Maracalagonis, infine, ha fornito le strutture sportive dove poter praticare la disciplina.

L’intervento di partner pubblici e privati ha dato vita ad un’esperienza d’avanguardia nel panorama nazionale. La partecipazione al campionato di Serie A fa parte del progetto scolastico che, grazie ai sopracitati, ha potuto svilupparsi in maniera dinamica ed innovativa.

Le parole del direttore dell’Usr Feliziani

Il direttore dell’ufficio Scolastico regionale, Francesco Feliziani, ha creduto in questo progetto sin dall’inizio. “Abbiamo sempre spinto per la diffusione di questa disciplina perchè ha valori adatti a chi frequenta la scuola.”

La situazione Covid-19, per Feliziani, non ostacolerà il progetto e il cammino del MaraBadminton. “Purtroppo in questo anno difficile non sarà possibile vedere le partite dal vivo. Grazie ad un accordo tra la società e il liceo artistico Fois di Cagliari, verrà però realizzato un documentario che racconterà l’avventura della squadra. L’obiettivo, sin da subito, è quello di sfidare le corazzate storiche del Badminton italiano“.

Il direttore Feliziani racconta infine il suo pensiero legato allo sport e all’Isola. “Questa sfida rappresenta la dimostrazione che i sardi non si arrendono. Obiettivo primario è aiutare lo sport a crescere e far conoscere le potenzialità della nostra terra. Quando si uniscono le volontà di chi crede nello sport e nelle possibilità della Sardegna, questo è il risultato”.

L’ambizioso progetto ha dato finalmente i suoi frutti. La speranza è di continuare ad assistere a questa crescita da parte delle società e degli enti sardi. Lo sviluppo moderno dell’Isola passa anche e soprattutto attraverso le fresche e dinamiche idee che coinvolgono i nostri ragazzi. La Sardegna può e deve credere in un futuro d’avanguardia per il nostro sport e il nostro territorio.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Mattia Atzeni

Mattia Atzeni
Amo addentrarmi negli infiniti universi creati dal Cinema. Respiro agonismo seguendo e praticando vari sport. Amo la musica vintage e lo stile retrò.

Controlla anche

BB17pZ5R

Bandiere Blu: Sardegna settima con 14 vessilli

In Sardegna quattordici bandiere blu, ormai simbolo non solo di spiagge e acqua pulita, ma …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *