Janas
iStock 1213407545 e1607085795421
iStock 1213407545 e1607085795421

I farmaci equivalenti utilizzati al meglio

Farmaci equivalenti: ‘È necessario che tutti gli operatori si impegnino a far crescere la cultura dei cittadini in questo campo”

Efficacia, utilizzo e comunicazione

Se utilizzati e comunicati al meglio i farmaci equivalenti, a parità di efficacia, producono un risparmio sia per i cittadini se devono comprare loro i farmaci in farmacia direttamente oppure per il SSN. Vi sono tuttavia ancora problemi nel far passare il concetto alla popolazione. Per fare il punto sul tema, all’interno della 2 giorni della Winter School “CALL TO ACTION PER UN SSN INNOVATIVO E RESILIENTE… SE CORRETTAMENTE FINANZIATO”Mondosanità, in collaborazione con Motore Sanità ha organizzato il Webinar ‘Farmaci Equivalenti: Opportunità Clinica ed Economica’, con il contributo incondizionato di TEVA.

Le farmacie

Alfredo Procaccini, Vice Presidente Vicario di Federfarma, ha dichiarato ‘dal 2001 a oggi; le farmacie hanno svolto un’importante opera di “promozione” nei confronti dei cittadini per quanto riguarda l’utilizzo del farmaco equivalente. Hanno combattuto e continuano a combattere contro pregiudizi e disinformazione. Probabilmente sono stati gli unici professionisti sanitari a credere veramente e a impegnarsi nella diffusione dell’equivalente. Il farmacista, però, non può essere lasciato solo in quest’opera di educazione sanitaria.

Gli operatori

È necessario che tutti gli operatori siano coinvolti, che tutti ricevano informazioni indipendenti e autorevoli da parte delle Istituzioni sui farmaci equivalenti e che tutti si impegnino a far crescere la cultura dei cittadini in questo campo. In quest’ottica è fondamentale che le Istituzioni, le aziende, i medici e i farmacisti parlino lo stesso linguaggio e diffondano gli stessi messaggi. Le Istituzioni, in particolare, devono supportare questo processo promuovendo esse stesse campagne e iniziative per fare cultura sul farmaco in generale e sul farmaco equivalente, in particolare”.

Alberto Giovanzana

“Le proposte su cui lavorare sono quelle di continuare verso un’informazione corretta, che possa trasmettere una conoscenza; sia da un punto di vista scientifico ma soprattutto anche in termini di vantaggio economico e sostenibilità, una formazione adeguata e diffusa per medici e farmacisti, campagne istituzionali di sensibilizzazione. Infine siamo arrivati al punto in cui potrebbe essere determinante una attuazione di politiche sanitarie e di welfare regionali che possano incentivare la prescrizione e la dispensazione di farmaci equivalenti, in modo tale da poter ridurre significativamente quella che è la compartecipazione dei cittadini in un momento storico dove il paese soffre una crisi economica rilevante”, queste le parole di Alberto Giovanzana, Associate Director Government & Regional Affairs Teva Italia

About Maria Francesca Canu

Maria Francesca Canu
Mi chiamo Maria Francesca Canu, ho vent'anni e frequento il terzo anno del corso di scienze della comunicazione a Cagliari Sono nata Nuoro, ma vivo a Cagliari, una città che amo. Mi piace leggere e adoro le materie umanistiche, amo viaggiare. Nel tempo libero mi dedico all'equitazione, una passione nata fin da piccola. Il mio moto è "tu sei il tuo unico limite"

Controlla anche

vaccino 800x450

Vaccini Covid: non ci sono state reazioni avverse

Vaccini per il Covid-19: Sono sicuri ed efficaci? I vaccini Covid-19 e le case farmaceutiche: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *