Janas
Murales Sardegna

“T’Essere I.S.R.E”: arti e vecchi mestieri rivivono a Nuoro

Parliamo del progetto “T’Essere I.S.R.E“, acronimo di identità, sistemi, rete, educazione. Esso è articolato in tre aree d’intervento: laboratori didattico-educativi, un concorso etno-fotografico con relativa mostra e lavorazioni esperienziali.

Rivolto agli studenti, ai turisti e in generale a tutti gli appassionati delle materie culturali, “T’Essere I.S.R.E” è un mosaico complesso e articolato: una trama che vuole rappresentare l’immagine storica e contemporanea dell’etnografia in Sardegna, unica nelle sue peculiarità ambientali e identitarie. Il lavoro è nato per promuovere la rete museale I.S.R.E, valorizzandone le strutture, i contenuti, le attività di studio e la ricerca. Lo scopo è quello di educare allo studio delle arti e dei mestieri della tradizione sarda.


Laboratori e concorsi

Il progetto è organizzato dalla Services & Holidays Sardinia in partner con l’I.S.R.E e finanziato dalla Regione Sardegna. Tra le proposte vi sono i laboratori didattico-educativi con visita guidata al museo e attività pratiche con artigiani e produttori locali. Per quanto riguarda le attività ludico ricreative esse prevedono invece l’utilizzo di un gioco didattico interattivo denominato “Jocos in Tundu. I laboratori didattici sono stati allestiti sia nelle sale del Museo del Costume a Nuoro sia presso gli artigiani partner dell’iniziativa. Il rilancio delle attività ha anche lo scopo di riportare gli studenti nei musei I.S.R.E nei mesi di aprile e maggio a conclusione dell’anno scolastico.

Vi è anche il concorso Etno-Fotografico (link), con relativa mostra dal titolo “L’EtnoFotografia e il Linguaggio della Luce” e la promozione di attività esperienziali. Un concorso che consente la messa in rete di diverse realtà culturali territoriali: dal Parco di Tepilora all’area SIC del Supramonte, alla ZPS del Monte Ortobene, per finire con gli artigiani e gli operatori turistici locali. Il concorso si è chiuso il 18 marzo. La commissione composta da Francesca Floris, Gabriele Doppiu e Amedeo Bianchi ha consegnato i 7 premi previsti sui 58 lavori presentati. La mostra è stata allestita nei locali dell’I.S.R.E, e fino al 26 marzo è in corso un’ulteriore fase di valutazione, affidata alla giuria popolare nei social, e con particolare riferimento agli utenti di Facebook. Quest’ultima fase consentirà di premiare la miglior fotografia in concorso in base al maggior numero di like.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Ilaria Atzei

Ilaria Atzei
Mi chiamo Ilaria e frequento l'ultimo anno della triennale di Beni Culturali e Spettacolo dell'Università di Cagliari.

Controlla anche

5edb1c32999e82986774c32723e653a9955ff899

FB Bubbles: “Settore artistico spesso dimenticato”

Studio della FB&Associati specializzata nell’analisi del dibattito pubblico. Alcuni paesi hanno imposto delle chiusure dei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *