Alexa Unica Radio
black lives matter 5285956 1920
black lives matter 5285956 1920

Razzismo: calciatori e staff Cagliari ci mettono la faccia

In occasione della XVII settimana d’azione contro il razzismo il Cagliari lancia la campagna: “L’umanità ha un unico volto”

 
Sui canali social rossoblù sará pubblicata l’immagine con i volti della famiglia del Cagliari Calcio.

Una rappresentanza della prima squadra sarda – con Joao Pedro, Kwadwo Asamoah e Daniele Rugani – e dei dipendenti della società. Un messaggio di inclusione, accoglienza ed integrazione che campeggerà anche sui banner a led in diversi angoli della città.

La settimana proseguirà con degli incontri formativi – sia in presenza ad Asseminello che via web – rivolti ai ragazzi del Settore giovanile. Testimonianze, riflessioni sul razzismo con gli psicologi ed educatori del club, Fabio Zarra e Virginia Marino, e il responsabile dell’Ufficio Antirazzismo della Lega Serie A, Omar Daffe. Parteciperanno i gruppi squadra 2006, 2007 e la Primavera.


    Le iniziative ideate del Cagliari si sposano con la campagna “Keep Racism Out”, promossa dalla Lega Serie A e l’UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri. “Keep Racism Out” ha abbracciato, innanzitutto, il mondo eSports: all’interno di FIFA21, nella modalità Ultimate Team, i video giocatori di tutto il mondo possono già ottenere la speciale divisa della campagna ed utilizzarla per la propria squadra. Tra i testimonial il difensore rossoblù Diego Godin.

Il termine razzismo

l termine «razzismo» designa un’ideologia fondata su una suddivisione degli esseri umani in gruppi supposti naturali. (le cosiddette «razze») In base all’appartenenza etnica, nazionale o religiosa, giustifica la supremazia di uno sugli altri. Le persone non sono giudicate e trattate come individui, ma come appartenenti a gruppi pseudo-naturali con caratteristiche collettive ritenute immutabili.

Il costrutto sociale di «razza» non si fonda soltanto su caratteristiche esteriori, ma anche su presunte peculiarità culturali, religiose o inerenti all’origine.  Differenze di status socio-economico o di livello d’istruzione sono «spiegate» come biologicamente date con l’appartenenza etnica, culturale o religiosa.

Nell’Europa continentale il concetto di «razza» è stigmatizzato come costrutto fondante del razzismo. Il termine è tuttavia diffuso nelle convenzioni internazionali. Impiegato anche nell’articolo 8 della Costituzione federale e nell’articolo 261bis del Codice penale per definire una caratteristica sulla base della quale è vietato discriminare.

About Paola Usai

Studio Beni Culturali all'Università di Cagliari. Sono sarda, ma attualmente vivo a Bolzano dove lavoro come au pair.

Controlla anche

Bari Sardo, premio per il lighting design della torre

Get Widget Il sistema di illuminazione ha ricevuto il primo premio al Lighting Design Awards …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *