Janas
foto 996849 908x560
foto 996849 908x560

Cus Cagliari: Bolzano superata nello scontro diretto

La sfida salvezza di Bolzano è affare del CUS Cagliari, che supera le padrone di casa all’overtime con il punteggio di 65-64 e le scavalca in classifica. Decisiva, una tripla di Prosperi a 18 secondi dal termine.


LA GARA – Come nelle attese, le squadre concedono poco allo spettacolo e si affrontano con grande agonismo. L’equilibrio regna fino all’11 pari (canestro di Madeddu). Poi Bolzano trova un break di 5-0 che la porta avanti al primo mini intervallo sul 16-11. Nel secondo quarto arriva la risposta del CUS, che prima impatta e poi vola anche sul +6 con la tripla della giovane Sorbellini (19-25).

La difesa di Bolzano, però, è particolarmente arcigna, e la sfida torna ben presto sui binari dell’equilibrio (Assentato a segno per la parità a 25). Il finale di periodo è ancora di marca altoatesina, con la stessa Assentato che infila che la tripla del 32-27 di metà match.


Consapevole dell’importanza della posta in palio, dopo l’intervallo le cussine riprendono a lottare con il coltello tra i denti e infilano un parziale di 11-0 che le porta al comando sul 43-37. Le padrone di casa barcollano, e Caldaro mette la firma sul massimo vantaggio (+8) che fa calare il sipario sulla terza frazione.


Kuijt e compagne hanno il merito di restare aggrappate al match. In avvio di ultimo quarto rimettono tutto in discussione: Marcello realizza il canestro del -1, poi Assentato sigla il sorpasso sul 52-51. Playmaker protagoniste nel finale: Kuijt spinge avanti Bolzano, ma Striulli pareggia a 54. Nei 90 secondi conclusivi non si segna più, e il verdetto viene rimandato all’overtime.


La sfida, qui, diventa più che altro una questione di nervi. Kuijt illude Bolzano con il canestro del +5 e per le cagliaritane sembra notte fonda. Caldaro, però, riaccende la speranza, poi – nell’ultimo minuto – le due triple consecutive di Ljubenovic e Prosperi confezionano il sorpasso. Con 13 secondi sul cronometro Kujit non riesce a ribaltare il match. Al 45’ può iniziare la festa del CUS, vittorioso in una sfida di vitale importanza per la permanenza nella categoria.


“È stata una partita difficile e sporca, così come ce l’aspettavamo.” commenta coach Xaxa: “Bolzano ha messo le mani addosso in difesa fin dall’inizio per guastare i nostri attacchi. La squadra ha avuto una bella reazione dal punto di vista mentale in una sfida che ha vissuto strappi da una parte e dall’altra. Nel finale le cose si stavano complicando, invece le ragazze hanno dimostrato di avere grande voglia di salvarsi in questo campionato”.


Acciaierie Valbruna BolzanoCus Cagliari 64 – 65 (16-11, 32-27, 41-48, 54-54, 64-65)
ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO : Luppi NE, Kuijt * 20 (3/12, 4/9), Chiabotto, Garaffoni *, Fabbricini * 12 (5/9 da 2), Bonvecchio * 4 (0/3, 1/3), Assentato 20 (4/13, 3/4), Hafner * 4 (1/4 di 2), Marcello 4 (2/2 di 2), Hafner, Villarini NE, Mück NE


Allenatore: Pezzi A.
Tiri da 2: 15/50 – Tiri da 3: 8/20 – Tiri liberi: 10/13 – Rimbalzi: 50 24 + 26 (Seat 13) – Assist: 8 (Bonvecchio 3) – Palloni recuperati: 5 (Kuijt 1) – Lost Balls: 19 (Kuijt 5) – Cinque Falli: Fabbricini
CUS CAGLIARI : Puggioni 6 (0/4, 2/2), Striulli * 12 (5/11, 0/1), Caldaro * 7 (2/6 da 2), Saias 2 (0/1 da 2), Sorbellini 3 (0/2, 1/1), Petrova, Madeddu 8 (3/5 da 2), Niola * 6 (0/2, 2/3), Prosperi * 7 (2/7, 1/3), Ljubenovic * 14 (3/4, 2/3)
Allenatore: Xaxa F.

About Camilla Bruno

Camilla Bruno
Nel 2014 mi sono diplomata in flauto traverso al Conservatorio, attualmente frequento la facoltà di Beni Culturali e Spettacolo, e dal 2018 insegno musica privatamente. Sono appassionata di cinema di musica e di arte. Oltre all’esperienza nella gestione social di realtà come il Cineclub FEDIC di Cagliari, negli ultimi anni ho approfondito i miei studi nel campo degli audiovisivi e del mercato dell’arte. Attualmente sono l'amministratrice del progetto di art management Visual Scout.

Controlla anche

Carboni: rinnovo col Cagliari sino al 2025

Il giovane difensore si è conquistato il rinnovo con prestazioni di livello nonostante la giovane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *