Alexa Unica Radio
4ef17679d55785630baca2bfbfd55135
4ef17679d55785630baca2bfbfd55135

La Spagna legalizza l’eutanasia

Spagna, sì alla legge su eutanasia e suicidio medicalmente assistito: il Parlamento approva con 202 favorevoli e 141 contrari

La decisione del parlamento

Il parlamento spagnolo ha definitivamente accolto la proposta di legge sulla legalizzazione dell’eutanasia. Accolta, come riporta El Pais, la richiesta promossa dal gruppo socialista, con la spinta dei familiari delle persone che hanno chiesto aiuto per morire e con il sostegno di un milione di firme. Il provvedimento è passato con 202 voti favorevoli, i contrari sono stati 141 mentre le astensioni solamente due. Dopo la votazione di oggi, la legge entrerà in vigore entro tre mesi.

Delle regole precise

Ben delineati i confini entro i quali si potrà applicare l’eutanasia. La persona dovrà “soffrire di una grave e incurabile malattia o di una condizione grave, cronica e invalidante”. La misura disciplina sia l’eutanasia, con “somministrazione diretta di una sostanza al paziente da parte del professionista sanitario competente”, che il suicidio medicalmente assistito, “prescrizione o fornitura al paziente da parte dell’operatore sanitario di una sostanza, in modo che possa auto-somministrarla, per provocare la propria morte”.

La Spagna

Dopo Olanda, Lussemurgo, Belgio, Canada, Nuova Zelanda e Colombia anche la Spagna legalizza ufficialmente l’eutanasia. “Fa compiere oggi un altro passo avanti importante all’Europa delle libertà civili” per dirla con le parole del radicale Marco Cappato, tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni, che in Italia si batte da anni per garantire il diritto all’aiuto a morire. La legge entrerà in vigore entro tre mesi.

Le prestazioni del servizio sanitario

L’eutanasia entrerà a far parte delle prestazioni del servizio sanitario nazionale. Potranno usufruirne i maggiorenni che soffrono di malattie gravi e incurabili o di patologie gravi, croniche e disabilitanti che impediscono quindi l’autosufficienza e generano “una sofferenza fisica e psichica costante e intollerabile”.

Il premier

Esulta dopo l’approvazione della legge il premier spagnolo Pedro Sánchez. “Oggi siamo un paese più umano, più giusto e più libero” ha commentato il socialista su Twitter ringraziando “tutte le persone che hanno lottato instancabilmente affinché il diritto a morire dignitosamente venisse approvato in Spagn

About Maria Francesca Canu

Mi chiamo Maria Francesca Canu, ho vent'anni e frequento il terzo anno del corso di scienze della comunicazione a Cagliari Sono nata Nuoro, ma vivo a Cagliari, una città che amo. Mi piace leggere e adoro le materie umanistiche, amo viaggiare. Nel tempo libero mi dedico all'equitazione, una passione nata fin da piccola. Il mio moto è "tu sei il tuo unico limite"

Controlla anche

obbligo mascherina bambini

Mascherina a scuola: confermato l’obbligo anche per i dodicenni

Il Consiglio di Stato conferma l’obbligo di mascherina a scuola anche per i bambini di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *