Alexa Unica Radio
scarico fognario
scarico fognario

Nuova emergenza idrica nel Sassarese, 5 città senz’acqua

Rubinetti all’asciutto dopo guasto acquedotto,in campo autobotti.

Nuovo guasto all’acquedotto Coghinas 2 interessato da un intervento di manutenzione straordinaria da parte dell’Enas, Ente acque della Sardegna. Cinque città. Sassari, Porto Torres, Stintino, Tergu e Castelsardo sono senz’acqua da ieri sera. Durante i lavori, infatti, è stata riscontrato un guasto di notevole entità in località La Ciaccia. La riparazione da parte di Enas richiederà non meno di 48 ore e di conseguenza resteranno disalimentati i potabilizzatori Abbanoa di Truncu Reale, Monte Agnese e Castelsardo al servizio anche di Tergu.

In un primo momento era bloccata anche l’alimentazione verso il potabilizzatore di Pedra Maiore al servizio di Santa Maria Coghinas, Trinità d’Agultu, Badesi e Viddalba. Ma successivamente i tecnici di Enas sono riusciti a ripristinare la fornitura evitando ulteriori disservizi in questi centri.

I tecnici di Abbanoa hanno attivato un piano di emergenza con l’utilizzo di autobotti e il prelievo da pozzi locali per far fronte all’emergenza idrica. E’ dovuta al guasto verificatosi ieri nella condotta dell’Enas che ha lasciato senz’acqua alcune città del Sassaresere, compreso il capoluogo.

Il guasto riscontrato in località La Ciaccia richiederà almeno due giorni di lavoro con l’Enas. Ha previsto di concludere la riparazione non prima della mezzanotte di domani, sabato 13 marzo. Di conseguenza si ha la sospensione dell’erogazione nei centri serviti.

Intanto, assieme alle amministrazioni locali, si sono definite anche le zone in cui far stazionare le autobotti. A Sassari è stata aumentata la produzione di acqua potabile dal potabilizzatore Abbanoa del Bidighinzu. Consente, tramite il serbatoio di via Milano e quello di “Quota 340” di garantire l’erogazione per almeno dieci ore durante la giornata (mentre di notte si procede con chiusure per ricostituire le riserve dei serbatoi) nei quartieri Lu Fangazzu, San Paolo, San Giuseppe, Monserrato, Tingari, Monte Rosello medio, Sassari 2, Badde Pedrosa, Monte Furru Valle Gardona, Gioscari, Luna e Sole, Prunizzedda e Monte Rosello Alto e Carbonazzi.

A Stintino i mezzi saranno dislocati in piazza centrale (dalle 10 alle 15.30) e a Pozzo San Nicola, nella piazza centrale (dalle 16 alle 17.30), mentre a Castelsardo nella Piazza centrale dalle 9 alle 17.30 e a Porto Torres al campo sportivo di Via delle Vigne, dalle 9 alle 17.30. A Porto Torres, poi, sono attivi i pozzi di Li Pidriazzi che consentono di riempire i serbatoi cittadini e di garantire l’erogazione nel centro abitato almeno durante la mattina.

Pozzi attivati anche a Tergu con una capacità che consente di garantire l’erogazione per tutta la giornata. Per Alghero è stato attivato il collegamento con il Cuga che consente di garantire il servizio all’utenza h24.

 

 
 

About Martina Corgiolu

Appassionata di musica, in particolare quella classica, dell'arte e della lettura. Studentessa di Beni Culturali e Spettacolo presso l'Università degli studi di Cagliari.

Controlla anche

festival del turismo itinerante

Festival del turismo itinerante e delle attività all’aria aperta

L’altra faccia della Sardegna in vetrina ad Alghero dall’1 al 3 ottobre   Al via …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *