Janas
ue programma investeu
x5821508 35 2021 03 10 TLB.jpg.pagespeed.ic .QVPC2eFT D

UE, via libera al nuovo programma InvestEU

InvestEU dà il via libera del Consiglio all’accordo provvisorio con il Parlamento

Oggi gli ambasciatori presso l’UE hanno confermato l’accordo provvisorio raggiunto tra la presidenza del Consiglio e il Parlamento su InvestEU; un nuovo programma a sostegno degli investimenti e dell’occupazione nell’UE.

L’obiettivo di InvestEU è incoraggiare la partecipazione di investitori pubblici e privati a operazioni di finanziamento e investimento. Il tutto fornendo garanzie a titolo del bilancio dell’UE al fine di ovviare a carenze o situazioni di investimento non ottimali. InvestEU muove dal successo del Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS); il fondo è stato varato nel 2015 per rimediare alla carenza di investimenti nell’UE a seguito della crisi finanziaria ed economica.

Il nuovo programma accorperà i 14 diversi strumenti finanziari attualmente disponibili per sostenere gli investimenti nell’UE.

Elementi principali del programma

InvestEU avrà una garanzia di bilancio di 26,2 miliardi di EUR (a prezzi correnti). Saranno ripartiti indicativamente tra i suoi quattro ambiti di intervento nel modo seguente:

  • infrastrutture sostenibili: 37,8% (9,9 miliardi)
  • ricerca, innovazione e digitalizzazione: 25,1% (6,6 miliardi)
  • PMI: 26,4% (6,9 miliardi)
  • investimenti sociali e competenze: 10,6% (2,8 miliardi)

L’ambito di intervento relativo agli investimenti europei strategici proposto dalla Commissione a maggio è stato integrato negli altri quattro ambiti di intervento. Così da sostenere i destinatari finali le cui attività rivestono un’importanza strategica per l’UE.

Il programma InvestEU dovrebbe mobilitare circa 370 miliardi di EUR di investimenti, contribuendo alla ripresa e garantendo nel contempo una forte attenzione degli investitori alle priorità politiche dell’UE a medio e lungo termine.

Almeno il 30% degli investimenti nell’ambito di InvestEU contribuirà agli obiettivi climatici dell’UE, e attraverso tutti gli ambiti di intervento sarà istituito orizzontalmente un regime per una transizione giusta al fine di sostenere i territori maggiormente colpiti dal processo di transizione verso la neutralità climatica dell’UE entro il 2050 e dal conseguimento dell’obiettivo climatico dell’UE per il 2030.

Secondo un principio orizzontale, solo i progetti di investimento che rispettano il principio “non arrecare un danno significativo” del regolamento dell’UE sulla tassonomia potranno ricevere finanziamenti nell’ambito di InvestEU.

Gli Stati membri potranno ricorrere al programma InvestEU per attuare i loro piani per la ripresa e la resilienza nell’ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza. Avranno inoltre la possibilità di convogliare parte dei loro fondi strutturali verso InvestEU, rafforzando così la copertura della garanzia dell’UE.

Attuazione e governance

Il partner principale per l’attuazione del programma sarà il Gruppo Banca europea per gli investimenti (BEI), che ha attuato e gestito il FEIS. Avranno inoltre accesso diretto alla garanzia dell’UE le banche di promozione nazionali e gli istituti finanziari internazionali.

L’assetto di governance del programma InvestEU rispecchierà l’esperienza positiva del FEIS. Più in dettaglio, il programma sarà gestito da:

  • un comitato direttivo, responsabile di stabilire l’orientamento strategico e operativo di InvestEU. Sarà composto da quattro rappresentanti della Commissione, tre rappresentanti della BEI e due rappresentanti di altri partner esecutivi. Il PE nominerà un esperto senza diritto di voto
  • un comitato consultivo, costituito da rappresentanti dei partner esecutivi, rappresentanti degli Stati membri, un esperto nominato dal Comitato economico e sociale europeo e un esperto nominato dal Comitato delle regioni. Fornirà consulenza sulla progettazione dei prodotti finanziari offerti nell’ambito del Fondo InvestEU e discuterà in merito all’evoluzione delle esigenze e ai nuovi prodotti, anche con riguardo alle specifiche lacune del mercato a livello territoriale
  • un comitato per gli investimenti – composto da esperti indipendenti – responsabile di fornire consulenza esterna nella valutazione degli investimenti in relazione ai progetti e alla concessione del sostegno della garanzia dell’UE. Il segretariato del comitato per gli investimenti avrà sede presso la Commissione, ma risponderà direttamente al presidente del comitato. Tutti i partner esecutivi avranno accesso al comitato per gli investimenti presentando le loro proposte di operazioni di finanziamento e di investimento tramite il segretariato, mentre la BEI potrà presentare le sue proposte direttamente al comitato per gli investimenti.

Il Parlamento e il Consiglio dovrebbero adottare il programma all’inizio del 2021, dopo la messa a punto da parte dei giuristi-linguisti.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Giulia D'Agostino

Giulia D'Agostino
Amante dei libri e delle serie tv. Appassionata di arte. Cresciuta a pane e Fabrizio de Andrè.

Controlla anche

unione europea

Restrizioni di viaggio: otto paesi escono dalla lista Ue

Le campagne vaccinali eseguite in diversi paesi hanno fatto rimodulare le restrizioni di viaggio formulate …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *