Janas
spray
spray

Spray per sviare il virus

Basta uno spray per ingannare il virus. Uno studio individua il modo per sviare il Covid e dare alla proteina Spike un falso bersaglio. 

In futuro, potrebbe essere d’aiuto uno spray nasale per limitare i rischi di contagio. Il loto impiego potrebbe offrire una protezione dell’infezione fino a 48 ore.

Mascherine correttamente indossate, distanziamento, igiene delle mani. Sono queste le tre misure che possono limitare la diffusione del virus Sars-Cov-2. Ma in futuro, forse, sempre in chiave preventiva e quindi senza l’ambizione di “azzerare” i rischi. Per chi si trova in ambienti chiusi e vuole limitare i rischi di contagio. Almeno per via nasale, potrebbe essere d’aiuto un semplice puff, del tutto simile a quello che si impiega ad esempio per rilasciare i farmaci antiallergici in caso di rinite.

Al suo interno potrebbero trovare spazio due semplici polimeri. Già ampiamente sperimentati ed usati anche nella preparazione degli alimenti oltre che di farmaci. Su cellule di laboratorio il loro impiego ha infatti dimostrato di poter offrire una protezione dall’infezione fino a 48 ore.

A lanciare l’ipotesi, che se dimostrata potrebbe anche portare presto alla realizzazione di semplici presidi da applicare come spray nelle narici. Si tratta di una ricerca dell’Healthcare Technologies dell’Università di Birmingham coordinata da Richard Moakes. È un lavoro non ancora pubblicato ma già disponibile sulla piattaforma BioXRiv.

I due elementi ad azione profilattica nei confronti dell’infezione, che ovviamente non si trasmette solamente attraverso la mucosa nasale ma anche per altre vie, come ad esempio la congiuntiva oculare, si chiamano carragenina e gellano. Il primo viene impiegato anche nella preparazione degli alimenti, con il ruolo di addensante. Esso avrebbe lo scopo di agire come potenziale freno per il virus. Il secondo ha la capacità di “attaccarsi” proprio come un gel alla mucosa nasale. E visto che viene somministrato attraverso goccioline sottili, queste si attaccano tenacemente alla mucosa del naso, senza spostarsi. Questo consentirebbe quindi di mantenere sul posto l’altro componente dello spray.

 

About Veronica Delia Schirru

Veronica Delia Schirru
Sono una studentessa in Beni Culturali nella facoltà degli Studi di Cagliari. Amante dell'Arte e affascinata dalla storia del passato.

Controlla anche

montagne, turismo estivo

Montagne: turismo estivo senza covid

Montagna verso l’estate, UNCEM: Impegno degli enti territoriali per i vaccini. Azione per rendere borghi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *