Janas
training 828726 1920
training 828726 1920

Aprire le palestre in sicurezza, settore ormai al collasso, Governo Draghi non può più far finta di niente

Il Governo Draghi non può più girarsi dall’altra parte e far finta di niente, abbia il coraggio di dare una svolta esistenziale al comparto palestre. È indispensabile consentire alle palestre, ormai chiuse dal 24 ottobre scorso, di ripartire. Di riorganizzarsi in sicurezza, iniziando con la ripresa delle lezioni individuali e delle attività non aerobiche.

A sostenerlo è Pasquale Currò, coordinatore della città metropolitana di Messina di Fratelli d’Italia.

“Il settore è ormai al collasso. In ottobre gli operatori erano stati chiamati ad uniformarsi a protocolli e misure di sicurezza e così è stato fatto. Purtroppo, nonostante tanti operatori si siano organizzati con strumenti e misure anticovid, investendo anche importanti risorse economiche, l’attività è stata ugualmente chiusa.

Adesso, però, gli operatori sono stremati”. Currò fa presente come sia ormai in dirittura di arrivo l’iter regionale che porterà a breve ristori al comparto sportivo, grazie al lavoro dell’assessore regionale dello Sport Manlio Messina.

“Le palestre devono riaprire nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza. Il settore è ormai registra una serie di piccoli imprenditori ad un passo dal fallimento.

Moltissimi lavoratori che hanno perso il posto di lavoro e con moltissimi sportivi che hanno perso i benefici di svolgere attività fisica.

I centri sportivi e le palestre, specialmente in un periodo di pandemia, sono attività primarie ed essenziali: chiederemo al governo di classificarle come tali e, di conseguenza, di modificare al più presto il dpcm. Nel caso ciò non avvenisse, saremmo pronti a rivolgerci al Tar”.

La rabbia e l’esasperazione, dovute a una chiusura che dura ormai da mesi, sono la “linfa” di questa nuova campagna (nata a Piacenza ma che in queste ore sta raccogliendo consensi e adesioni un po’ in tutto il Paese) pensata dai titolari di palestre e centri sportivi, che non hanno certamente fatto i salti di gioia dopo aver letto il nuovo dpcm, che li terrà chiusi almeno fino al 5 marzo.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Martina Corgiolu

Martina Corgiolu
Appassionata di musica, in particolare quella classica, dell'arte e della lettura. Studentessa di Beni Culturali e Spettacolo presso l'Università degli studi di Cagliari.

Controlla anche

euro 1353420 1920 1

Intesa San Paolo: 600 milioni di credito per aziende sarde

Tappa a Cagliari del roadshow virtuale di Intesa Sanpaolo dedicato a “Motore Italia”. Il nuovo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *