Janas
sviluppo
sviluppo

Lo sviluppo sostenibile

Lo sviluppo sostenibile è stato definito nel tempo in vari modi. Come indica il WWF nel suo “Living Planet Report”, vuol dire imparare a vivere nei limiti di un solo pianeta. Quindi lo sviluppo sostenibile è la capacità della nostra specie di riuscire a vivere. In maniera dignitosa ed equa per tutti. Senza distruggere i sistemi naturali da cui traiamo le risorse per vivere. E senza oltrepassare le loro capacità di assorbire gli scarti e i rifiuti. Dovuti alle nostre attività produttive.



Per ottenere uno sviluppo delle società umane che sia sostenibile è necessario che…


• L’intervento umano sia limitato entro le capacità di carico dei sistemi naturali conservandone la loro vitalità e la loro resilienza.
• il progresso tecnologico per la produzione di beni e servizi venga indirizzato all’incremento dell’efficienza. Piuttosto che all’incremento del flusso di energia e materie prime.


• I livelli di prelievo delle risorse non rinnovabili ecceda le loro capacità rigenerative.

• L’emissione di scarti e rifiuti (solidi, liquidi e gassosi) dovuti al metabolismo dei sistemi sociali non ecceda la capacità di assimilazione dei sistemi naturali.

Il motivo principale per il quale bisognerebbe perseguire lo sviluppo sostenibile è senza dubbio l’ambiente. Ciò consente di preservarlo e di evitare che l’ecosistema si possa “ingolfare”.

Infatti, le capacità di assorbimento e di smaltimento, così come quelle di rigenerazione di moltissimi ambienti naturali, non sono infinite perciò un intervento tempestivo eviterebbe danni ulteriori.

Puntare su uno sviluppo sostenibile per l’ambiente, inoltre, consentirebbe anche di rallentare il processo di cambiamento climatico in corso, aiutando l’ambiente a riprendersi e a rigenerarsi completamente.

Ancora una volta, è fondamentale pensare a ciò che ognuno di noi può fare nel proprio piccolo, nell’ambiente domestico e nella vita di tutti i giorni.

Scegliere, ad esempio, aziende che si impegnino in modo trasparente e pulito, che cerchino di ridurre gli sprechi e che puntino su energie pulite, sarebbe già un passo avanti e potrebbe fare davvero la differenza.

About Ilaria Bandini

Ilaria Bandini
Ilaria Bandini, nata a Cagliari il 7 novembre 1997. Studentessa di Scienze della Comunicazione. Presidente dell'associazione ONLUS a tutela degli animali, chiamata La strada verso casa.

Controlla anche

giappone fukushima

Giappone: l’acqua contaminata di Fukushima verrà rilasciata in mare

Il premier Yoshihide Suga ha comunicato che il governo giapponese rilascerà nell’Oceano Pacifico l’acqua contaminata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *