Janas

Diabete, possibile pilotare aerei grazie a sensori monitoraggio glucosio

Un gruppo di esperti italiani ha riaffermato la maggiore efficacia dei sensori di monitoraggio del diabete rispetto al metodo della puntura.

diabete

Oggi lavori come quello di pilota di aereo, controllore di volo, hostess e steward ma anche semplicemente il volo sportivo, sono vietati o fortemente limitati alle persone con diabete in trattamento insulinico.

Tuttavia, gli esperti ritengono che sarebbe possibile rivedere e armonizzare i criteri per l’accesso alle professioni aeronautiche. Infatti, da diversi anni sono disponibili sistemi di monitoraggio del glucosio con sensori. Questa tecnologia ha dimostrato di essere altamente efficiente nel prevenire eventi ipoglicemici nelle persone con diabete trattate con insulina.

Largo consenso sulla maggior efficacia dei sensori fissi rispetto al metodo della puntura al dito

Un gruppo di esperti italiani ha valutato 72 studi scientifici pubblicati tra il 1946 e il 2020. Da questo studio è nato un documento di consenso, pubblicato anche sulla prestigiosa rivista Diabetes Research and Clinical Practice.

Secondo Felice Strollo, Vicepresidente dell’Associazione Italiana di Medicina Aeronautica e Spaziale (AIMAS), “gli strumenti per l’automonitoraggio della glicemia, sensori sempre più piccoli e performanti, potrebbero consentire di riscrivere le regole per l’accesso delle persone con diabete alle professioni del volo”.

Come sottolinea Sandro Gentile dell’Associazione Medici diabetologi (AMD), “gli esperti concordano sulla superiorità dei sistemi di monitoraggio della glicemia con sensori rispetto all’automonitoraggio mediante puntura del dito”.

Strumenti efficienti e più performanti nel prevenire complicanze

Per Antonio Bellia della Società Italiana di Diabetologia (SID) questi dispositivi hanno solo risvolti positivi. “Migliorano il compenso glicemico, riducono la durata di eventuali eventi ipo o iperglicemici e aumentano il tempo trascorso nell’intervallo stabilito (time in range)”.

Questi risultati sono molto importanti. Infatti, la riduzione degli episodi di ipoglicemia e il controllo metabolico sono aspetti fondamentali per i piloti e gli equipaggi.

Secondo Antonello Furia, Responsabile della Sezione Aeromedica ENAC, le autorità regolatorie europee e internazionali dovrebbero quindi rivedere i requisiti medici per la certificazione e l’accesso dei diabetici alle professioni del volo.

About Fabio Allegra

Fabio Allegra
Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cagliari. Non apprezzo il maestrale.

Controlla anche

a0e54af1f40247afbd5873b00fc9dd65 L

Norvegia, si potrà volare con la nuova Norse Atlantic Airways

In Norvegia ci sarà una nuova compagnia aerea, il cui debutto è programmato entro il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *