Janas
Carlo Infante
Carlo Infante

Cada Die Teatro: Carlo Infante ospite virtuale del Festival TRANSISTOR

Giovedì 25 febbraio alle 17.30, sulla pagina Facebook di Cada Die Teatro, la conferenza “TIKTOKANTIGONE, Disobbedienza e nuove tecnologie”.

cada die teatro

Ancora un appuntamento per il festival TRANSISTOR, il progetto dedicato ai giovani e ai nuovi linguaggi che il Cada Die Teatro organizza in collaborazione con l’associazione Cultarch.

In particolare, si sta parlando di “TIKTOKANTIGONE, Disobbedienza e nuove tecnologie“, un incontro/conferenza che si terrà giovedì 25 febbraio alle 17.30, in diretta sulla pagina Facebook di Cada Die Teatro. Coordinerà Francesca Pani, attrice di Cada Die Teatro, e parteciperà il gruppo “Cuori di panna smontata” della Scuola di Arti Sceniche La Vetreria.

Chi è Carlo Infante, protagonista dell’evento

Il protagonista dell’incontro sarà Carlo Infante, changemaker, esperto di performing media e fondatore di Urban Experience (Roma).

Infante ha diretto festival come “Scenari dell’Immateriale” ed è autore di trasmissioni su Radio 1, Radio 3 e di programmi tv come “MediaMente” su Rai Scuola e ”Salva con nome” su Rai News 24.

Autore di saggi come “Imparare giocando” (Bollati Boringhieri, 2000), “Performing Media 1.1. Politica e poetica delle reti” (Memori, 2006) e di moltissimi articoli per testate nazionali, è stato fondatore di “Stati Generali dell’Innovazione”.

Consigliere del MIUR, fa parte del comitato scientifico di Symbola ed è co-creatore di RiavviaItalia.it, la piattaforma che per prima ha raccolto idee per il riavvio del Paese dopo il reset pandemico. Ha curato per la Treccani il lemma Culture Digitali e altri correlati, opera nell’ambito dell’innovazione sociale con azioni di resilienza urbana come i walkabout, esplorazioni partecipate “radionomadi”.

TikTokAntigone e la disobbedienza digitale

Nuove generazioni – Disobbedienza è il sottotitolo e filo conduttore di Transistor 20/21, TikTokAntigone l’asse portante. TikTok, tra i social media con cui più si esprimono i giovani, è stato posto al servizio del mito greco di Antigone, focus del festival.

Antigone è l’eroina dell’omonima tragedia di Sofocle, figlia del rapporto incestuoso fra Edipo, re di Tebe, e sua madre Giocasta. La sua storia di ribellione è diventata il simbolo del lavoro del giovane gruppo “Cuori di panna smontata” della Scuola di Arti Sceniche La Vetreria. Il tutto sotto la guida di Mauro Mou, direttore artistico di Transistor,

Il lavoro in progress di Mou e dei “suoi” ragazzi è sfociato nella creazione di un blog (www.cadadieteatro.com/2020/12/12/blog/). All’interno tanti contenuti, con in primo piano una collezione di brevi video realizzati tramite TikTok, che reinterpretano il mito di Antigone.

“Cortissimi” che incarnano lo spirito di disobbedienza, civile, e ribellione, sinonimi per i giovani adolescenti di libertà e voglia di essere in qualche modo protagonisti di un mondo diverso.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Fabio Allegra

Fabio Allegra
Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cagliari. Non apprezzo il maestrale.

Controlla anche

Tommaso Giulini

Calcio: Giulini, Dal Pino ha lavorato bene e merita conferma

Tommaso Giulini parla sulle frequenze di Radiolina facendo il punto sulla difficilissima stagione del Cagliari. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *