Janas
154048137 0380f493 2bb6 41d3 a9eb 1a7a47366b4a
154048137 0380f493 2bb6 41d3 a9eb 1a7a47366b4a

“Un libro con Epale” i dimenticati dalla pandemia

Il 22 febbraio Epale Italia incontra uno degli autori del libro I dimenticati. Coloro che non sono ripartiti dopo la pandemia.

La presentazione del nuovo libro

La diretta facebook andrà in onda alle ore 18 interverrà Lucia De Marchi, antropologa esperta di minori in situazioni di disagio e co-autrice del libro. Si tratta di un lavoro collettivo, patrocinato da Amnesty International Italia; in cui firme del giornalismo e del mondo culturale hanno risposto all’invito a comporre un breve saggio che raccontasse il presente,  i gravi pericoli di disuguaglianza, l’impatto sulla sostenibilità sociale e ambientale che minacciano il nostro futuro. La pandemia dal punto di vista chi non è entrato nei piani della “ripartenza”.

I mondi e le persone escluse dalla “ripartenza”

Ne I dimenticati gli autori mettono la loro competenza specialistica al servizio della narrazione, per raccontare le criticità di mondi e persone esclusi della “ripartenza” e che già da tempo vivono in una situazione di grande vulnerabilità, tra questi gli adolescenti, i poveri, i rifugiati senza tutele, le persone con disabilità, quelle private della libertà personale, chi deve vivere per strada, le donne di fronte a un mercato del lavoro discriminatorio.

L’incontro e i prossimi appuntamenti

L’incontro promosso da Epale approfondirà il contributo scritto da Lucia De Marchi sui minori stranieri non accompagnati in tempo di Covid-19. Gli incontri successivi, sempre alle 18, saranno mercoledì 17 marzo, con Sara Manzoli, autrice del libro “Mi devi credere!”, risultato di un cantiere di socioanalisi narrativa con un gruppo di badanti, e mercoledì 14 aprile, con Andrea Ciantar autore del libro “Un magnifico errore” sulla narrazione autobiografica per apprendere dall’esperienza. Gli incontri proseguono ancora il 6 maggio e il 7 giugno.

About Maria Francesca Canu

Maria Francesca Canu
Mi chiamo Maria Francesca Canu, ho vent'anni e frequento il terzo anno del corso di scienze della comunicazione a Cagliari Sono nata Nuoro, ma vivo a Cagliari, una città che amo. Mi piace leggere e adoro le materie umanistiche, amo viaggiare. Nel tempo libero mi dedico all'equitazione, una passione nata fin da piccola. Il mio moto è "tu sei il tuo unico limite"

Controlla anche

coronavirus trapianto

Covid “nascosto”: una donna muore dopo l’intervento

Negli Usa ad una donna ha subito il trapianto ai polmoni, ma il donatore aveva …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *